Questo sito contribuisce alla audience di

Largo al factotum - Figaro

da "Il barbiere di Siviglia" di Rossini

Largo al factotum

della citta’.

Presto a bottega,

che’ l’alba e’ gia’.

Ah, che bel vivere,

che bel piacere

per un barbiere

di qualita’!

Ah, bravo Figaro!

Bravo, bravissimo;

fortunatissimo

per verita’!

Pronto a far tutto,

la notte e il giorno

sempre d’intorno,

in giro sta.

Miglior cuccagna

per un barbiere,

vita piu’ nobile,

no, non si da’.

Rasori e pettini,

lancette e forbici,

al mio comando

tutto qui sta.

V’e’ la risorsa,

poi, del mestiere

colla donnetta

col cavaliere

Ah, che bel vivere,

che bel piacere

per un barbiere

di qualita’!

Tutti mi chiedono,

tutti mi vogliono,

donne, ragazzi,

vecchi, fanciulle:

Qua la parrucca

Presto la barba

Qua la sanguigna

Presto il biglietto

Figaro Figaro

Son qua, son qua.

Figaro Figaro.

Eccomi qua.

Ahime’, che furia!

Ahime’, che folla!

Uno alla volta,

per carita’!

Pronto prontissimo

son come il fulmine:

sono il factotum

della citta’.

Ah, bravo Figaro!

bravo, bravissimo;

a te fortuna

non manchera’.