Questo sito contribuisce alla audience di

I violinisti di Bonn chiedono l'aumento dello stipendio

"Noi suoniamo più note che gli altri stumenti" Il Direttore della Beethoven Orchestra stenta ancora a crederci...

Più note, più soldi: i sedici violinisti della Beethoven Orchestra di Bonn non suonano certo solo per amor dell’Arte ed hanno chiesto un aumento di stipendio sulla base, statisticamente ineccepibile, di suonare più note per concerto di qualunque altro strumentista.

Come se non bastasse, i violinisti contestano il contratto collettivo che concede un bonus ai musicisti impegnati negli assoli.
Il direttore dell’orchestra, Laurentius Bonitz, ha trovato la rivendicazione “ridicola ed assurda“, sottolineando come sia irragionevole voler paragonare il suonare uno strumento ad un qualsiasi altro lavoro.

Inoltre, ha concluso, i solisti ed i musicisti che occupano ruoli non di spalla - come i due oboisti dell’orchestra, che si trovano tra i bersagli delle lamentele dei colleghi con l’archetto - dovrebbero semmai essere pagati ancora di più: “Forse si tratta di una questione di un qualche interesse legale, ma musicalmente parlando le cose sono chiare“.

A decidere sulla questione dovrà essere ora un giudice del lavoro: il caso dovrebbe approdare in tribunale nel prossimo mese di maggio.