Questo sito contribuisce alla audience di

Les pêcheurs de perles a Prima della Prima

Martedi 20 aprile all'1.30 su Raitre

PRIMA DELLA PRIMA di martedi 20 aprile all’1.30 su Raitre, è dedicata all’opera Les pêcheurs de perles di Georges Bizet in scena al Teatro Malibran di Venezia in un nuovo allestimento di Pier Luigi Pizzi. L’orchestra del Teatro La Fenice è diretta da Marcello Viotti mentre le coreografie sono di Gheorghe Iancu.
Questi i nomi dei principali interpreti: Annick Massis, “Leila”; Yasuharu Nakajima, “Nadir”; Luca Grassi, “Zurga”; Luigi De Donato, “Nourabad”.

Les pêcheurs de perles fu rappresentata per la prima volta al Théâtre Lyrique di Parigi nel 1863. L’opera di Bizet cadde presto nell’oblio: soltanto il lungimirante Hector Berlioz seppe intuirne la grandezza. Fu l’editore Sonzogno a riproporla al pubblico parigino in occasione dell’Esposizione Universale del 1889. Alla fama dell’opera contribuirono in seguito alcuni grandi tenori italiani, come Gigli e Caruso, stimati interpreti del ruolo di “Nadir”.

La vicenda è ambientata a Ceylon, dove i due amici Zurga e Nadir rievocano il loro passato contrasto per una donna bellissima, Leila. Lo stesso Nadir confesserà di essere giunto sulle spiagge cingalesi seguendo le tracce di lei, ora sacerdotessa.

L’opera fu rimaneggiata in più occasioni, tanto che esistono diverse varianti del finale. Alcune pagine evocano allo spettatore europeo il mistero e la sensualità associate, nell’immaginario collettivo, all’Oriente, mentre l’intreccio intessuto di mistero ed esotismo non può che far pensare all’opera più famosa del compositore francese: “Carmen”.

La regia televisiva di questa puntata è di Roberto Giannarelli.