Questo sito contribuisce alla audience di

Il cappello di paglia di Firenze

A Prima della Prima, martedì 25 maggio, 1,30, Rai3

PRIMA DELLA PRIMA di martedi 25 maggio all’1.30 su Raitre, è dedicata all’opera Il cappello di paglia di Firenze di Nino Rota dal Teatro Regio di Torino. L’opera, una farsa musicale in quattro atti, viene presentata nello storico e fortunato allestimento del regista, scenografo e costumista Pier Luigi Pizzi. La direzione musicale dell’Orchestra del Teatro Regio è affidata al talento di Bruno Campanella.

A venticinque anni dalla scomparsa, il Teatro Regio rende omaggio a Nino Rota, indimenticabile compositore delle musiche di tanti film di Fellini, ma anche di Visconti, Zeffirelli e Coppola. Il Cappello di paglia è unanimemente riconosciuto come il suo capolavoro teatrale: cominciato quasi per divertimento nel 1944-45, è andato per la prima volta in scena nel 1955, per poi conoscere una circuitazione davvero inusitata per un’opera del Novecento. Nell’attingere il soggetto dal vaudeville Le Châpeu de paille d’Italie di Eugène Labiche e Marc Michel, Rota ha coerentemente optato per una musica diretta, comunicativa e lieve, richiamando – talvolta parodiando – i maestri del Sette-Ottocento Mozart e Rossini e al contempo riallacciandosi al Gianni Schicchi di Puccini come exemplum comico immediatamente precedente.

In quella che diventerà la folle journée del suo matrimonio, il giovane Fadinard è costretto a correre ai ripari dopo che il suo cavallo si è mangiato il cappello di paglia posto sul capo di Madame Beapertuis. Fadinard, tentando di recuperarne uno uguale, rimbalza da una situazione all’altra in una serie di equivoci e scambi di persona che coinvolgono un numero sempre maggiore di personaggi. A placare le gelosie degli uni e a consentire lo svolgersi delle nozze degli altri sarà Vézinet, il vecchio zio sordo, che recherà in dono un nuovissimo cappello di paglia di Firenze. Proprio per la realizzazione del Cappello di paglia di Firenze è nata nel 1987 la fortunatissima collaborazione fra Pier Luigi Pizzi, una delle figure più ragguardevoli del panorama lirico italiano, autore di un allestimento realistico ed elegante, e Bruno Campanella, maestro indiscusso del repertorio operistico a livello internazionale

I protagonisti sulla scena sono Luca Canonici (Fadinard), Giovanni Furlanetto (Nonancourt), Alfonso Antoniozzi (Beaupertuis), Stefano Consolini (Vézinet), Elisabeth Norberg-Schulz (Elena Nonancourt) e Paola Antonucci (Anaide Beaupertuis).

La regia televisiva di questa puntata è di Roberto Giannarelli.

L’appuntamento con PRIMA DELLA PRIMA è per martedi 25 maggio all’1.30 su Raitre.