Questo sito contribuisce alla audience di

Una bellissima storia...

Protagonisti: Josè Carreras e Placido Domingo, due tra i più grandi Tenori del Teatro lirico tra gli anni 70-90 a cura di Gabriella Leopizzi

Entrambi spagnoli, oltre che da rivalità artistica i due Artisti sono stati sempre divisi da un altro pesante conflitto; Domingo è infatti madrileno e Carreras catalano. I Catalani vorrebbero “sganciarsi” da Madrid, avere più autonomia, cosa che la Capitale non permette…Questo crea molto attrito tra le due Comunità. Nel 1984 c’è, tra i due, un ultimo violento scontro ed i rapporti tra loro si deteriorarono a tal punto che, nei contratti di lavoro, ciascuno dei due fa mettere la postilla di non volere l’altro nel cast..

Nel 1987, nel momento più alto della sua carriera e pronto a firmare un contratto per un film con Zeffirelli, Carreras si ammala di leucemia. Cure lunghe, dolorose e costosissime, fino al trapianto di midollo, allora ancora in via di sperimentazione… Una volta al mese è anche costretto a recarsi negli USA per essere visitato dagli specialisti che lo seguono…Spesa su spesa, il conto in banca cala vertiginosamente ed alla fine Carreras si trova in serie difficoltà economiche.

A questo punto qualcun gli parla di una Associazione, “Hermosa”, sorta proprio per aiutare, anche economicamente, le persone in difficoltà per i suoi stessi motivi. Grazie anche all’aiuto di questa Associazione, Carreras riesce a riprendersi… Non è più l’uomo né il tenore di prima. La malattia ha segnato pesantemente il fisico, e la voce ha perso smalto, potenza.. Non avrebbe più potuto reggere una intera opera, ma inizia a fare concerti (richiestissim).

Rimessosi a posto anche economicamente, Carreras chiede di entrare a far parte dei sostenitori di “Hermosa”.. A quel punto scopre che la Associazione è stata creata e finanziata da Domingo proprio quando ha iniziato a circolare discretamente la voce che Carreras è in serie difficoltà economiche.

Un po’ perché gli spagnoli hanno il melodramma nel sangue, un po’ perché è il modo più eclatante di far sapere al mondo del gesto di Domingo, durante una sua rappresentazione , Carreras sale sul palco e si inginocchia piangendo ai suoi piedi. Immaginate la sorpresa e l’imbarazzo di Domingo ed il delirio del pubblico!

Ovviamente la rivalità, ed inizio di una fraterna amicizia.

Ad una giornalista che chiedeva a Domingo perché avesse così aiutato il suo più grande rivale, il tenore ha risposto lapidario: - Perché non si può perdere una Voce così! –

Gabriella Leopizzi