Questo sito contribuisce alla audience di

Presentato il cartellone di MacerataOpera 2006

Ricco il programma all'Arena Sferisterio. Quattro appuntamenti anche al teatro Lauro Rossi

Comunicato stampa

È stata presentata la 42^ stagione lirica dello Sferisterio. Nella conferenza stampa che si è tenuta agli Antichi Forni a Macerata, il presidente e il vicepresidente dell’Associazione Arena Sferisterio, rispettivamente Sindaco di Macerata Giorgio Meschini e Presidente della Provincia Giulio Silenzi, con la partecipazione del direttore artistico Pier Luigi Pizzi e del consigliere Evio Hermas Ercoli, hanno annunciato le caratteristiche della stagione 2006. Macerata Opera si rilancia con una nuova veste: quella di un Festival. Ogni sera uno spettacolo diverso. Questo vuol dire che il cartellone è stato studiato in modo che in tre giorni consecutivi si possano vedere le tre opere, Die Zauberflöte (Il Flauto Magico) di Mozart, Aida di Verdi e Turandot di Puccini. Una grossa opportunità soprattutto per gli amanti della lirica che provengono da fuori regione o addirittura dall’estero, come la maggior parte del pubblico dell’Arena. Pernottando due notti in città, si potrà vedere tutto il programma maceratese.

Le novità non finiscono qui. L’inizio delle rappresentazioni sarà alle ore 21, rispetto alle 21.30 degli anni passati. Un anticipo voluto dal direttore artistico Pizzi e dettato dalla bellezza monumentale dello Sferisterio, “Lavorandoci dentro ho visto quanto fascino abbia il passaggio che c’è dal giorno alla notte. E’ giusto che anche gli spettatori possano godere di questo meraviglioso spettacolo”.

Si comincia il 28 luglio con Die Zauberflöte (Il Flauto Magico) di Wolfgang Amadeus Mozart, un omaggio ai 250 anni dalla nascita del compositore austriaco, con regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi. Ma prima, alle 18, va in scena il primo appuntamento con la terza novità della stagione: uno dei quattro spettacoli previsti al teatro Lauro Rossi, Thamos, König in Ägypten. Il 29 è il turno di Aida di Giuseppe Verdi, diretto da Stefano Ranzani, al suo debutto a Macerata, mentre in teatro è in programma Magnificat, un recital su testi poetici di Alda Merini con voce recitante di Valentina Cortese. Chiude il ciclo un doppio appuntamento con la Turandot, il 30 luglio. Alle 18 al Lauro Rossi va in scena l’opera di Ferruccio Busoni in concerto, mentre in serata, sempre alle 21, è la volta della Turandot di Giacomo Puccini, con regia, scene e costumi di Pier Luigi Pizzi. Il cartellone teatrale del Lauro Rossi si chiude il 5 agosto con il concerto Invitation au voyage, mentre quello dell’Arena termina il 13 agosto.

Un programma ambizioso, ma austero – ha aggiunto il Maestro Pier Luigi Pizzi – che ha un filo conduttore che lega le tre opere. Ognuna, a suo modo, ha la caratteristica di rappresentare un percorso iniziatico”.
Il cartellone, ricco di appuntamenti, evidenzia lo sforzo fatto dall’Associazione Arena Sferisterio per rilanciare la lirica, non solo a Macerata e nelle Marche, ma anche a livello nazionale e internazionale. Merito del lavoro di gruppo che c’è stato anche da parte dei 12 Comuni (Pollenza, Castelraimondo, Montecassiano, Urbisaglia, Appignano, Morrovalle, Potenza Picena, Petriolo, Cingoli, Montecosaro, Treia e Serrapetrona) e delle imprese (oltre allo sponsor principale Nero Giardini, i sostenitori sono Banca Marche, Confindustria Macerata, l’Amministrazione dei Monopoli di Stato, Ottaviani, Poltrona Frau e Calamante/Sielpa, mentre l’albo d’onore vede la partecipazione di Api, Cava Rossetti, Contram, Calamante-Sielpa, CNA Macerata, EFI, Falc, Eurobuilding, Smea, Tombolini, Zeis) che hanno offerto il proprio contributo.

Anche i cittadini potranno fornire il loro sostegno all’Associazione. L’Arena Sferisterio, infatti, compare tra i soggetti a cui è possibile destinare la quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.