Questo sito contribuisce alla audience di

Sferisterio 2008: le novità della stagione di Pierluigi Pizzi

Carmen di Dante Ferretti, Tosca e Attila

Dopo il Viaggio iniziatico e il Gioco dei potenti è la volta della Seduzione.

E’ questo il tema della stagione lirica 2008 dello Sferisterio Opera Festival di Macerata, naturale epilogo di un trittico affascinante ideato da Pier Luigi Pizzi. Le novità del programma 2008, già illustrato nelle sue linee essenziali lo scorso luglio, sono state presentate questa mattina dal direttore artistico.

Dopo una conferenza di apertura sul tema de la seduzione, condotta da Philippe Daverio, il 24 luglio 2008 inaugurerà la stagione una novità assoluta: la messa in scena di Cleopatra, nel teatro che porta il nome del suo autore, Lauro Rossi, musicista maceratese.

Seguirà, il 25, Per avere troppo amato il mondo nella ricorrenza dei quattrocento anni dalla morte di Alberico Gentili nel pomeriggio, mentre la sera grande prima dello Sferisterio con Carmen di Bizet messa in scena dal maceratese Dante Ferretti. Il 26 è in programma la Tosca con la quale lo Sferisterio parteciperà alle celebrazioni dell’anno pucciniano.

Domenica 27 verrà rappresentata in prima assoluta, The Servant, che Marco Tutino musicherà dal racconto di Robin Maugham. Sempre il Lauro Rossi ospiterà, in collaborazione con il Teatro delle Muse di Ancona, Neues vom Tage del compositore tedesco Paul Hindemith. Sabato 2 agosto va in scena la prima di Attila di Giuseppe Verdi, mentre Resurrexi, oratorio sacro di Alberto Colla scritto in omaggio augurale a Benedetto XVI, si terrà il 3 agosto.