Questo sito contribuisce alla audience di

Lavoro al Parlamento.

E’ uno dei concorsi più importanti dell’anno.Solo 130 persone avranno la fortuna e non solo, di diventare “assistenti parlamentari.Previste 3 prove scritte ed 1 orale.

Il concorso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.63 dell’11 Agosto 2000, è stato indicato come uno dei concorsi più importanti che sono stati banditi in quest’anno.
Grazie ad esso, 130 persone potranno varcare le porte del Parlamento Italiano e prestare servizio tra le mura della Camera.

I nuovi lavoratori assunti saranno definiti “assistenti parlamentari” ed andranno a svolgere funzioni simili a quelle degli attuali impiegati : rappresentanza e sicurezza.In particolare i commessi assistono alle sedute che si terranno in Parlamento, ne garantiscono l’ordine pubblico, avranno mansioni da uscieri ed altro.

Il lavoro è ben retribuito con ben 15 mensilità.

Le prove da sostenere sono: 1 quiz con 100 domande a risposta multipla e per i primi 900 in graduatoria, ci saranno 3 prove scritte ed una orale.

Tra i molti requisiti richiesti spicca quello relativo all’altezza: 1,70 m per gli uomini e 1,60 per le donne.