Questo sito contribuisce alla audience di

L'impalamento e la cicogna di storpiatura

Nel periodo dell'Inquisizione sono stati adoperati i più svariati strumenti di tortura, fra cui uno detto "l'impalamento" ed un altro chiamato "cicogna di storpiatura"

L’impalamento consisteva nel conficcare un palo dall’ano lungo la spina dorsale, fino alla fuoriuscita dalle spalle, evitando di lesionare gli organi vitali per prolungare l’agonia della vittima. Il sistema venne usato anche in paesi orientali: l’esposizione di prigioneri così ridotti terrorizzava i nemici. Anche l’Inquisizione spagnola se ne servì. La cicogna di storpiatura invece immobilizzava totalmente la vittima ed era costituita da un’asta che bloccava il collo, polsi e caviglie.