Questo sito contribuisce alla audience di

La ruota e la sega

La ruota e la sega, due antichi terribili strumenti di tortura

Questo supplizio, utilizzato soprattutto in Germania ed in Francia, consisteva in due fasi: la prima pubblica, per fornire gli opportuni esempi, in cui alla vittima venivano spezzati degli arti, la seconda in cui, legata la persona alla ruota e issata su un palo, veniva lasciata in balia di volatili e roditori. La sega è stato un altro assai comune strumento di tortura e di morte. La vittima era tenuta capovolta perché il dissanguamento fosse più lento, perché il maggiore afflusso di sangue al cervello acuisse la sensibilità al dolore. Venivano puniti con la sega coloro che si erano macchiati di ribellione, coloro che avevano disubbidito agli ordini militari, coloro che venivano accusati di stregoneria, oltre agli omosessuali a cui venivano devastati i genitali.