Questo sito contribuisce alla audience di

Cinesi in Italia: permessi di soggiorno e clandestini

Alcuni riferimenti numerici sulla criminalità di origine cinese, tratti dalla Banca Dati Interforze, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, 1999.

Gianluca Bruno ha dedicato alla criminalità cinese una eccellente analisi dal titolo “Attività e simbologie della mafia cinese”, da cui si evincono i dati sottoindicati. Le prime ondate migratorie dei cinesi nel nostro paese avvenivano negli anni venti del Novecento ad opera di improvvisati venditori ambulanti di cinture e di ciabatte. Col passare del tempo, in questo tessuto sociale certamente sano, si inserivano elementi della mafia cinese. Anche attraverso la ex Jugoslavia, sono arrivati in Italia migliaia di immigrati clandestini, anche perché le istituzioni cinesi hanno sostanzialmente fatto ponti d’oro a chi andava via, o nei casi migliori, non hanno particolarmente dissuaso: “Il governo cinese non è stato mai sensibile nei confronti della propria immigrazione clandestina, e la forte corruzione fra i funzionari preposti, certamente ha facilitato l’abbandono del paese fornendo documenti non in regola e comunque con procedure non del tutto legali.” In base ad accordi fra Li Peng e Slobodan Milosevic, nel 1997, la Cina avrebbe offerto trecento milioni di dollari per consentire il passaggio in Europa, attraverso la Serbia, a cinesi sotto il controllo delle triadi. Le comunità cinesi in Italia operano in grande riservatezza, cercando di non determinare nessun genere di allarmi sociali, e costituiscono delle “enclaves” chiuse. I cinesi mandano i figlioli nelle scuole del paese ospitante ( anche perché l’esperienza americana fa scuola) e provengono soprattutto dalla regione dello Zhejiang. A fronte di oltre cinquantamila permessi di soggiorno di cittadini cinesi, forse ce ne sono altrettanti clandestini. Mentre sino al 1980 i cinopopolari erano soprattutto a Bologna e Milano, poi in particolare dopo la sanatoria del 1987, se ne insediano migliaia in particolare a Roma (1367), Firenze (790), Milano (650). In base a dati del 1999 i cinesi regolarmente residenti sono 27.563 nell’Italia settentrionale, 19.747 nell’ Italia centrale, 4092 nell’Italia meridionale.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • io me nessun altro

    04 Oct 2010 - 15:01 - #1
    0 punti
    Up Down

    potrei avere piu informazioni sugli immigrati cinesi in italia nello specifico a palermo?grazie anticipatamente