Adagio napoletano

Il testo di una splendida canzone cantata da Roberto Murolo e Lina Sastri, "Adagio napoletano", che rappresenta la vita disperata e difficile di tante persone, altro che sole, mare ed allegria. Quanta malinconia...

No, n’un e stat a sentere i canzone,/ ch’ist mare è celeste/ ‘u cielo è d’oro/ ma stu paese nun è sempe allegr,/ nun sponda sempe a luna ‘a marechiaro/ e nun se canta e se fa sempe ammore./ Ch’est so fantasie pe’ furastieri,/ si vui vulite bene a stu’ paese,/ fermateve nu’ poco rint i vichi,/ guardate rint’i vasc e for ‘i chiese./ Venite insieme a me, pe’ strade antiche,/ invece i cammenà vicino ‘u mare,/ parlate cu chi soffre e chi fatica./ Quanta malincunia pe’ case scure/ addò nun trase ch’est aria ‘e primmavera,/ guardate quant sant attuorno ‘e mura./ Sta gente poverella crere a Dio,/ patisce rassegnata e pare allegr/ e chi è cecato canta ‘o sole mio./ Io vedo come a n’ombra a ogni puntone,/ e penso ‘a gente ca’ l manc ‘u pane./ Quanta bucie ca’ riceno ‘e canzoni.

Peeplo News

Attualità e Notizie su Peeplo News.

Cercale ora!