Questo sito contribuisce alla audience di

Miserabili in poesia

E' uscito in libreria il testo MISERABILI IN POESIA. Criminali, marginali e vittime in versi contemporanei, a cura di Giovanni Greco e Davide Monda, pubblicato dalla casa editrice Carocci di Roma, ottobre 2002, pp. 320, euro 20.50

Protagonisti di questa insolita antologia di poesie sono gli oppressi, coloro che, in mille diversi modi, sono calpestati da un ordine sociale ingiusto e ingiustificabile, da un sistema iniquo e spietato il quale, per lo più indirettamente, induce a violare leggi e principi fondamentali della morale e del vivere civile. La raccolta s’ispira esplicitamente a quel grandioso romanzo di “umiliati e offesi” che è “Les Misérables” (1862) di Victor Hugo. Pur privilegiando la produzione poetica contemporanea in lingua italiana, i curatori dedicano attenzione e spazio notevoli alla poesia dialettale, rappresentando questa, con forza espressiva singolare ed avvincente, i dolori, i conflitti e le speranze dei “marginali” - sovente vittime di povertà, guerre e altre tragedie non volute -; non mancano alcune liriche della letteratura europea sempre consacrate ai “bassifondi” della società. E’ indubbio che, da Belli a Baudelaire, da Pascoli a Oscar Wilde, dal Bertolt Brecht più impegnato e sdegnato al magnanimo Eduardo, fino alle voci travagliate e taglienti di Pasolini e Roversi, di Turoldo e della Merini, costanti e disvelanti sono tanto le analisi quanto le condanne delle storture e delle nefandezze proprie di società e di giustizie troppo spesso (e troppo volentieri!) inique, assurde e immorali.