Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Soggetto della e-mailIsolamento in lande inospitali.

Domanda

Il testo della tua emailGentilissimo Dottor Greco, cosa ne pensa lei se tramite organismi internazionali del tipo dell'ONU o ad esso analoghi si facesso in modo che gli autori di crimini particolarmente efferrati risiendenti in un numero di Stati tra loro convenzionati venissero esiliati in zona particolarmente disagiate inospitali ed inaccessibili del pianeta: lande semidesertiche, zone paludose, località inaccessibili in alta montagna, caratterizzate dal fatto che nelle suddette località la sopravvivenza individuale risultasse non totalmente impossibili ma, estremamente ardua, in tal modo si riuscirebbe a trovare un onorevole compromesso tra gli oppositori in senso assoluto della pena capitale e la maggioranza della gente comune timorosa della perdita della propia esistenza biologica e dei propri beni da parte di "esseri" caratterizzati dal possedere un'interiorità eccezionalmente mostruosa?

Risposta

E' una proposta un pò difficile da realizzare. Ciò che importa soprattutto è la certezza del diritto, cioè il fatto che il reo venga punito in modo esemplare. Se così fosse sempre un ergastolo a vita, anche in un carcere italiano, non sarebbe una punizione leggera. Cordialmente Giovanni Greco

vit*** - 20 anni fa
Registrati per commentare