Questo sito contribuisce alla audience di

L'arte di cercare lavoro

Le fonti a cui attigere per cercare lavoro.

Una volta compilato il curriculum rimane la parte più difficile: farlo conoscere alle aziende. In effetti non sempre è facile orientarsi tra le moltitudini di annunci, proposte e, soprattutto, sogni iniziali.
Ci sono 5 fonti principali a cui attingere per poter cercare l’occupazione che più di tutte può fare al proprio caso:

· Inserzioni sui giornali;

· Centro per l’impiego;

· Agenzie di lavoro interinale;

· Internet;

· Parenti.

I quotidiani dedicano sempre più spazio alle inserzioni che riguardano le offerte di lavoro, tanto che spesso dedicano addirittura un inserto (il caso più conosciuto è sicuramente quello di Corriere Lavoro, il settimanale che viene distribuito gratuitamente ogni venerdi con il Corriere della Sera). Anche Il Sole Ore esce il lunedi con un’ampia offerta di posti di lavoro, ma il consiglio è ovviamente quello di orientarsi soprattutto verso i quotidiani locali.
In edicola troviamo poi una innumerevole quantità di giornali specializzati in lavoro interinale, concorsi pubblici, concorsi universitari, novità per l’imprenditoria…

I Centri per l’impiego hanno invece sostituito l’esperienza fallimentare degli Uffici di collocamento. Affidarsi esclusivamente all’ufficio pubblico significa molto spesso rinunciare, in pratica, a una seria ricerca lavorativa poiché moltissimi sono i curricula che giornalmente i Job Centre ricevono e molto minori sono le richieste delle aziende. Utilizzare solo questo strumento per accedere al mondo del lavoro non da quindi molte garanzie di occupazione.

Le agenzie di lavoro interinale (come Adecco, Manpower, Worknet, Ali, Temporary…) le conosciamo un po’ tutti.

Altra fonte per la ricerca di lavoro è rappresentata sicuramente da Internet. La grande rete rappresenta oggi sicuramente lo strumento più veloce per abbattere ogni barriera di spazio e di tempo e per questo motivo non potevano non nascere numerosi siti che offrivano offerte di lavoro costantemente aggiornate.

Infine la cara vecchia regola del chiedere aiuto al papà o allo zio. Ebbene si, siamo o non siamo pur sempre un popolo di mammoni, contraddistinti dal grande valore per la famiglia? Meglio ancora se i nostri cari parenti a cui vogliamo molto bene ci procurano anche un lavoretto, dopo averci mantenuto per una vita.

Link correlati