Questo sito contribuisce alla audience di

Qual'è la temperatura del core della cpu? -I parte-

Spesso nei Forum dei siti Hardware & Software si discute animatamente sulla possibilità di misurazione della temperatura del core della cpu. Quali i metodi utilizzati? I risultati sono attendibili? Leggete l'intervento per maggiori informazioni in merito.

Nella determinazione della temperatura del core del processore, si utilizzano diversi metodi di rilevazione.

I metodi di misurazione della temperatura della CPU più comuni sono:

L’installazione di un sensore di rilevazione all’esterno del processore, sul dissipatore o nelle vicinanze.
La rilevazione tramite il sensore della motherboard collocato all’interno del socket.
L’inserimento di un sensore tra il core della CPU e il dissipatore.
L’applicazione di un sensore sulla parte inferiore della CPU.
La costruzione di un simulatore della CPU.
La determinazione della temperatura del core del processore, tramite considerazioni matematiche.

Analizziamo i metodi descritti, cercando di capirne pregi e difetti.

Il primo metodo, il sensore installato sul dissipatore, risente dell’azione del calore della motherboard, della scheda video, del flusso d’aria prodotto dal dissipatore, dalla posizione locale e da altre sorgenti di calore presenti all’interno del Cabinet. Percìo, tali rilevazioni sono da considerarsi inaffidabili. Dai tests effettuati, i valori rilevati dal sensore posto sul dissipatore, sono inferiori di ben 10-14 °C dal valore misurato dal sensore della motherboard.

Il secondo metodo, consiste nella determinazione della temperatura della CPU, tramite l’ausilio dei sensori disposti dal costruttore sulla superficie della motherboard. Il sensore collocato all’interno del socket, non risente di particolari flussi di calore esterni, ma solo del calore prodotto dal core della cpu. Purtroppo, anche in questo caso, il valore ottenuto è inferiore, alla temperatura raggiunta dal core del processore. Infatti, il sensore non è a contatto con la superficie del core, e la misurazione non può essere precisa. In genere, si nota una differenza di 3-5°C dal valore del DIE della CPU. E’ da aggiungere, che la temperatura del core della CPU, è più sensibile alle variazioni delle condizioni di raffreddamento (nuovo heatsink, pasta termo-conduttiva più o meno efficace e ventola con maggiori CFM) e quindi rende i risultati poco attendibili.

Il terzo metodo, consiste nell’applicazione di un sensore a contatto con il core del processore e con la superficie inferiore del dissipatore. Per non compromettere la perfetta adesione tra le due superfici, si pratica un foro sul dissipatore (parte inferiore), e si colloca il sensore al suo interno. Le rilevazioni della temperatura del core, sono estremamente precise e sulla bontà del metodo non c’è nessun dubbio.

Pagina Successiva