Questo sito contribuisce alla audience di

Il nuovo piano traffico

Due le zone a traffico limitato

Entreranno in vigore il 5 maggio le nuove zone a traffico limitato (Ztl) in città. A stabilirlo è un’ordinanza firmata dal sindaco Diego Cammarata, con l’obiettivo di contenere l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane caratterizzate da intenso traffico veicolare.

Le Ztl, istituite alcuni mesi fa con una delibera di Giunta, saranno due: nella prima, con un perimetro corrispondente al centro città, denominato Ztl A, potranno circolare soltanto veicoli con omologazione antismog almeno Euro 3 (quindi Euro 3, Euro 4 o classe superiore); la seconda costituita da un’area più esterna, denominata Ztl B, è aperta anche ai mezzi con omologazione almeno Euro 1 (quindi, Euro 1, 2, 3 e 4 o superiore).

Ad eccezione dei casi di deroga espressamente indicati nel provvedimento, la circolazione sarà vietata ai veicoli privi dei requisiti prescritti.

Per quanto riguarda le auto in possesso dell’omologazione antismog prescritta, i rispettivi titolari dovranno munirsi del pass presentando la documentazione necessaria e il relativo versamento alla ditta che ha ottenuto il servizio in appalto, l’impresa toscana TD Group spa. I distributori incaricati, attivi a partire dal prossimo 3 marzo, saranno in tutto 34, alcuni dei quali con più di uno sportello (almeno tre per ogni circoscrizione).

Il sistema dei pass garantirà controlli agevoli ed efficaci sul rispetto dei divieti. I mezzi autorizzati accederanno ai settori delimitati col pass sul cruscotto o sul parabrezza e l’autorizzazione potrà così essere esibita, all’occorrenza, in caso di controllo da parte dei vigili. Sono previsti anche alcuni varchi video-controllati, già attivi in via Roma (piazza Giulio Cesare), in via Cavour (accanto alla caserma della Guardia di Finanza), in via Libertà (incrocio con piazza Croci), in via Maqueda (altezza via Ugo Antonio Amico), in corso Vittorio Emanuele (loggiato San Bartolomeo) e in via di Porto Salvo (Cala). Altri verranno attivati successivamente.

L’Amministrazione comunale destinerà la propria quota di introiti derivanti dal rilascio dei pass ad iniziative per combattere l’inquinamento atmosferico causato dal traffico veicolare e per migliorare la sicurezza stradale e la mobilità nel suo complesso.

Soltanto per le moto non è richiesto il pass, ma anche i mezzi a due ruote dovranno rispettare le limitazioni: i vigili potranno fare i controlli consultando la carta di circolazione.

IL PERIMETRO DELLA ZTL A (CENTRO CITTÀ)

Questo il perimetro che delimiterà la nuova Ztl centrale, denominata A: piazza Giulio Cesare, corso Tukory, piazza San Francesco Saverio, via Forlanini, via Cadorna, via Mura di Porta Montalto, piazza Porta Montalto, corso Tukory, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, via Vittorio Emanuele, via Matteo Bonello, via Papireto, corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Nicolò Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola (lato in prosecuzione di via Villa Filippina), piazza Amendola, via Paolo Paternostro, via Garzilli, via Dante, via Principe di Villafranca, via Mattarella, via Notarbartolo, via Duca della Verdura, piazza Giachery, via Piano dell’Ucciardone, via Francesco Crispi, via Cala, via Foro Umberto I, via Lincoln e piazza Giulio Cesare.

IL PERIMETRO DELLA ZTL B
Questi, invece, i confini della Ztl B: via Duca della Verdura, via Sampolo, piazza Don Bosco, piazza Leoni, viale del Fante, via Cassarà, via De Gasperi, via Empedocle Restivo, via Lazio, via Zappalà, via Liszt, piazza Armstrong, via Palagonia, piazza Malaspina, piazza Ottavio Ziino, via Serradifalco, piazza Principe di Camporeale, piazza Sacro Cuore, corso Finocchiaro Aprile a congiungersi con corso Alberto Amedeo, via Nicolò Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola (lato in prosecuzione di via Villa Filippina), piazza Amendola, via Paolo Paternostro, via Garzilli, via Dante, via Principe di Villafranca, via Mattarella, via Notarbartolo e via Duca della Verdura.

Lungo il perimetro esterno alle due Ztl (con esclusione, dunque, delle strade in comune ad entrambe), è consentita la circolazione a tutti i veicoli anche non catalizzati purché conformi alle direttive sul controllo dei gas di scarico, cioè muniti del bollino blu.

Inoltre, nel percorso che ricade lungo il confine tra le due Ztl, (corso Alberto Amedeo, via Turrisi, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola, piazza Amendola, via Paternostro, via Garzilli, via Dante, via Principe di Villafranca, via Mattarella, via Notarbartolo, via Duca della Verdura) possono circolare tutti i veicoli omologati almeno Euro 1.

I REQUISITI PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI

Per accedere alle Ztl sarà necessario dotarsi di uno specifico pass che dovrà essere obbligatoriamente esposto sul parabrezza ed avrà la durata di un anno, rinnovabile. Chi possiede un’auto almeno Euro 3 potrà ottenere il pass con la dicitura Ztl A+B, utilizzabile in tutti e due i settori delimitati.

Le linee guida per l’assegnazione dei permessi annuali sono state fissate con una delibera approvata il 1° agosto 2007 dalla Giunta comunale e specificate in dettaglio con la nuova ordinanza.

Deroghe ai criteri generali riguarderanno unicamente i residenti, i domiciliati e alcune altre categorie tassativamente indicate.

Pass per l’accesso alla Ztl A

Potranno ottenere il contrassegno per l’accesso nella Ztl A:

- i residenti nella Ztl A (anche se in possesso di auto omologata Euro 0, 1 o 2), versando 15 euro annui per ciascuna autorizzazione richiesta;

- i residenti in città ma all’esterno della Ztl A, purché in possesso di auto Euro 3 o 4 versando 15 euro annui per ciascuna autorizzazione richiesta;

- i residenti fuori città ma nella provincia, ai quali sarà consentito ottenere non più di un pass e solo per auto con l’omologazione Euro 3 o 4. Il corrispettivo è 30 euro annui. Nessun pass, invece, per le auto prive dell’omologazione prescritta.

- i domiciliati nelle ztl A o B, per accedere alla Ztl A potranno ottenere un massimo di tre pass solo per auto con l’omologazione Euro 3 o 4 (15 euro annui per il primo, 50 per il secondo e 50 per il terzo);

- i domiciliati in città fuori dalle Ztl, per accedere alla Ztl A potranno ottenere un massimo di due pass per auto euro 3 o 4 (15 euro annui per il primo, 50 per il secondo).

Pass l’accesso alla Ztl B

Potranno ottenere il contrassegno per l’accesso nella Ztl B:

- i residenti nella Ztl B anche se con auto Euro 0 versando 12 euro annui per ciascuna autorizzazione richiesta;

- i residenti in città ma all’esterno della Ztl purché in possesso di auto Euro 1 o 2 versando 12 euro annui per ciascuna autorizzazione richiesta;

- i residenti fuori città ma nella provincia ai quali sarà consentito ottenere non più di un pass se in possesso di auto con l’omologazione euro 1 o 2. Il corrispettivo è 30 euro annui.

- i domiciliati nelle Ztl A o B, per accedere alla Ztl B potranno ottenere un massimo di tre pass per auto con l’omologazione euro 1 o 2 (15 euro annui per il primo, 50 per il secondo e 50 per il terzo);

- i domiciliati in città fuori dalle Ztl potranno ottenere un massimo di due pass per auto Euro 1 o 2 (15 euro annui per il primo, 50 per il secondo).

I diversamente abili potranno ottenere un pass gratuitamente, anche se in possesso di auto Euro 0.

I taxi, le auto a noleggio con e senza conducente, gli artigiani e le aziende/imprese potranno ottenere pass per auto omologate Euro 3 o 4 versando 15 euro. Nel caso di vetture Euro 1 o 2 si potrà ottenere un solo pass pagando 50 euro per accedere alla Ztl A. Per circolare nella Ztl B con l’omologazione richiesta (minimo Euro 1), si potranno ottenere i pass pagando 15 euro.

Per le altre categorie il costo dei pass varierà dai 15 ai 50 euro.

Amministrazioni ed enti pubblici potranno ottenere pass a richiesta per auto Euro 1 o 2 versando 50 euro annui per Ztl A+B.

Le auto blu del Comune di Palermo a disposizione di Sindaco, Giunta e Consiglieri comunali, si doteranno di pass a spese di chi utilizzerà la vettura (il pass, cioè, sarà pagato da Sindaco, assessori o consiglieri).

Tutti i veicoli di servizio (Vigili del Fuoco, Croce Rossa, Carabinieri, Esercito, Marina Militare, Capitaneria di porto, Guardia costiera, Aeronautica, Guardia di Finanza, Polizia penitenziaria, Polizia municipale, Protezione civile, Polizia provinciale, Corpo forestale e Servizi speciali dello Stato), purché in regola con i parametri relativi alle emissioni dei gas di scarico, potranno circolare senza il rilascio dei pass.

I veicoli ad alimentazione ibrida (purché non funzionanti a benzina) e quelli elettrici ad emissione zero potranno ottenere l’autorizzazione per accedere alle Ztl senza il pagamento di alcun corrispettivo.

I residenti fuori provincia, turisti inclusi, potranno ottenere pass temporanei solo se in possesso dell’omologazione richiesta per ciascuna Ztl, il cui costo varierà in base alla durata del permesso (25 euro per un mese; 50 euro per tre mesi; 70 euro per sei mesi e 90 euro per 12 mesi).

Le strutture alberghiere avranno diritto ad un numero di pass in funzione della capacità ricettiva. I clienti delle strutture ricettive potranno ottenere un pass giornaliero (costo 1,50 euro) purché il veicolo sia dell’omologazione consentita nella zona in cui si trova la struttura.

Per ogni autovettura in possesso dei requisiti per l’accesso alle Zone a traffico limitato, ma con cilindrata pari o superiore a 2.000 c.c., il corrispettivo per il rilascio del pass è sempre di 50 euro all’anno.

IL DATABASE PER IL RILASCIO DEI PASS

La ditta TD Group spa svolgerà il servizio servendosi di un software e di un database realizzati ad hoc, che permetteranno di censire i veicoli in possesso dei requisiti per circolare all’interno dei perimetri antismog.

In base al capitolato d’appalto, inoltre, l’impresa si dovrà occupare di pubblicizzare il provvedimento distribuendo volantini anche direttamente a casa dei cittadini, con l’affissione di manifesti, con spot radiofonici, con l’attivazione di un call center e di un sito internet dedicato (www.passpalermo.it).

La ditta, inoltre, formerà quaranta dipendenti comunali per consentire l’utilizzo del nuovo software e la consultazione della banca dati ad opera degli uffici dell’Amministrazione.

Oltre ai pass per le due Ztl, la TD Group dovrà curare le pratiche per il rilascio dei pass relativi alla sosta delle auto nelle zone della città regolamentate a tariffa oraria (zone blu).

ALTRE MISURE ANTISMOG COLLEGATE ALLE ZTL

Nell’ambito del piano antismog, l’Amministrazione istituirà anche una nuova isola pedonale, con la totale chiusura al traffico dei tratti stradali compresi tra piazza Politeama e piazza Verdi e tra piazza Verdi e i Quattro Canti (piazza Villena). L’area interdetta alla circolazione sarà valorizzata con arredi e iniziative studiate per agevolare lo sviluppo commerciale.

Il piano, già presentato alle parti sociali, comprende inoltre: un consistente e progressivo incremento del “contingente” di Vigili urbani destinato al controllo del traffico; convenzioni con i taxi per attivare corse a prezzo prestabilito per accedere ai perimetri delle Ztl; più posti per la sosta delle motociclette all’interno delle Ztl; una complessiva rivisitazione del servizio di trasporto pubblico svolto dall’Amat; l’apertura del nuovo parcheggio di piazza Vittorio Emanuele Orlando; la realizzazione di due itinerari ciclabili; contributi economici a chi converte la propria auto in veicolo a metano o Gpl.

Le categorie della guida