Questo sito contribuisce alla audience di

Parcheggiatori abusivi

Riceviamo e (volentieri) pubblichiamo

Da alcuni anni ho deciso di non pagare piu’ il pizzo al parcheggiatore abusivo.
Non nego che e’ abbastanza scocciante dover parcheggiare sovente l’auto piu’ distante, al fine di evitare “danni collaterali”; la mia auto e’ vecchia, ma una rigatura “accidentale” o una ruota forata non fanno mai piacere; tuttavia la consapevolezza che dietro i parcheggiatori abusivi c’e’ il crimine organizzato, mi ha fatto prendere questa decisione.

I parcheggiatori sono degli evasori, non necessariamente criminali, ma supponete da un giorno all’altro di diventare voi dei parcheggiatori abusivi; credete che nessuno venga ad esigere la sua parte per darvi protezione, o che e’ lo stesso, per consentirvi di risquotere soldi in quel marciapiede (ma assolutamente non dietro l’angolo, che e’ terra di qualcun altro)?
Una parte dei vostri soldi passano cosi’ dagli evasori ai criminali, che li re-investono in affari probabilmente assai poco leciti.

Quanto frutta il pizzo del parcheggio?
Alcune settimane fa, a Roma, hanno arrestato il “capo” dei parcheggiatori abusivi che aveva numerosi conti in banca, per l’ammontare di oltre 100.000 euro. La sua quota di “protezione” era di un modico 50%

E’ abbastanza irritante vedere le forze dell’ordine transitare tranquillamente di fronte i parcheggiatori abusivi, ma il nostro comune, storicamente, ha sempre fatto ben poco per risolvere il problema.
Pochi giorni dopo l’evento di Roma, a Palermo è stata organizzata una bella retata, ed ogni abusivo pescato in flagrante, si e’ buscato 600 euro di multa… ma e’ un episodio abbastanza isolato, che ha liberato le strade per poche settimane… pian piano ritornera’ tutto come prima.

(Walter Giocoso)

Le categorie della guida