Questo sito contribuisce alla audience di

Possibilità attuali di terapie cellulari

E' antichissimo il sogno di poter sostituire o riparare organi umani danneggiati ricorrendo agli organi corrispondenti, tratti da animali, sogno che per secoli si è scontrato con le reazioni, un tempo ignote, con le quali l'organismo umano si difende dall'immissione di ogni corpo estraneo....

Questo sogno ha ricevuto un nuovo impulso decenni fa, quando si è scoperto che le cellule fetali, non avendo ancora sviluppato una loro completa e precisa “identità”, sono più facilmente tollerate da un organismo diverso.
Il fondatore della moderna terapia a base di cellule animali fresche, il Prof. Niehans, iniziò questa terapia nel 1931, e trattò personalità famose come Churchill, Adenauer, Picasso ed altri.

I pericoli attuali (mucca pazza e vari retrovirus nelle cellule animali) inducono molti a rinunciare a questo tipo di terapia; vi sono tuttavia alcune cliniche, sia in Svizzera che in Germania, che offrono garanzie rigorose quanto all’elaborazione dei preparati impiegati.
Più semplici, molto meno costose ed altrettanto efficaci mi sembrano tuttavia alcune terapie d’altro tipo, basate su ricerche condotte da oltre 30 anni da due professori tedeschi, il dr. Dyckerhoff ed il dr.Theurer che, con procedimenti diversi, sono riusciti ad ottenere risultati più o meno analoghi.
Il dr. Dyckerhoff ha elaborato dei preparati a base di acidi ribonucleici sottoposti ad una procedura particolare per renderli più efficaci. In molte malattie croniche si riscontra una diminuzione di acidi ribonucleici nei tessuti ammalati e la quantità di questi acidi inizia comunque a diminuire già all’età di 40 anni. I