Questo sito contribuisce alla audience di

Concentrarsi sulla causa e non sui sintomi

Il fondatore della medicina nell'antica Grecia, Ippocrate, il cui giuramento tutti i medici ripetono prima di iniziare la professione, usava dire che un medico non può curare una malattia di cui non conosca la causa...

Uno dei motivi per i quali la medicina “convenzionale” ha finora riscosso così pochi successi nelle malattie croniche è perché, concentrandosi appunto sui sintomi, che sono più o meno uguali (la variazione riguarda più che altro la gravità) in tutti quelli che soffrono di determinati gruppi di malattie, si è concentrata sulla ricerca di un trattamento unico per ogni malattia. E invece, in particolare la stessa malattia cronica può avere cause molto diverse nei vari ammalati e richiedere quindi trattamenti diversi. Guardiamo ad es. una malattia molto comune, come l’emicrania: in alcuni casi può essere provocata da problemi ormonali, in altri da intolleranze alimentari ed allergie, in altri da ipertensione e problemi circolatori, in altri da problemi digestivi o epatici, in altri ancora da problemi di postura , ecc. ecc. quel che è certo è che non è causata da una mancanza di acido acetilsalicilico…. (la sostanza contenuta nell’aspirina), che pur apportando un aiuto a volte indispensabile contro il dolore, non risolve il problema di fondo che causa dei continui attacchi d’emicrania.
Se si riesce a scoprire la causa di fondo si riesce quasi sempre a trovare anche il rimedio giusto. Per scoprire però questa causa di fondo occorrono spesso indagini ed accertamenti diagnostici sofisticati, e soprattutto è necessario dedicare ad ogni singolo ammalato un lungo colloquio ed una ricerca approfondita, che comprenda le malattie passate e dei familiari, l’ambiente circostante, le condizioni di vita e lavoro, le vaccinazioni ed i medicamenti assunti in passato, eventuali avvelenamenti da metalli pesanti ed altri fattori inquinanti, ecc. .
Iin questa guida, come vedrete, presento numerosi trattamenti contro la stessa malattia. Infatti, se ogni ammalato è diverso, una terapia che consente di ottenere risulati eccezionali anche in un gran numero di casi, magari è inefficace per alcuni ammalati in cui la stessa malattia è dovuta a cause diverse da quelle contro le quali è diretto un determinato rimedio, pur efficace nella stragrande maggioranza dei casi.