Questo sito contribuisce alla audience di

Che tipo di trattamenti e terapie è presentato in questa guida?

Questi sono i criteri di scelta ai quali mi sembra opportuno attenermi.

Come ho esposto in un altro intervento, quando la medicina “convenzionale” reputa di non poter offrire dei trattamenti che portino alla guarigione di determinate malattie, che pertanto definisce “croniche”, mi sembra non irragionevole che l’ammalato cerchi in altre direzioni, appunto anche verso le terapie “non convenzionali” o “alternative”; a questo punto però, nella gran massa di notizie disponibili, si rischia di non potersi orientare bene e di fare danni. In questa guida, come avete visto, includo anche dei trattamenti di medicina alternativa, alla quale ho dedicato anni di studio, attenendomi tuttavia a criteri ben precisi.Quali sono questi criteri di scelta? Deve trattarsi di cure che, anche quando non non siano passate per i trials clinici in doppio cieco (in genere pagati da industrie farmaceutiche) che costano un patrimonio e richiedono molti anni, hanno comunque dimostrato in altri modi (osservazioni di centinaia di medici e di pazienti, ecc.) buone probabilità di successo. Soprattutto però deve trattarsi di cure non dannose,( primum non nocere) che pertanto, nel peggiore dei casi, se non fanno bene non fanno neppure male, e non sono molto care, e che possono essere assunte non in sostituzione ma in aggiunta alle medicine convenzionali, il cui dosaggio semmai potrà essere ridotto man mano che si registrano dei progressi, ovviamente d’accordo con il proprio medico curante, la cui consulenza resta essenziale. Purtroppo non poche “cure alternative” vengono offerte a prezzi esagerati da persone che sfruttano il fatto che chi sta male pagherebbe qualsiasi cifra per guarire.

Se anche alcune delle cure di cui vi accenno, nella peggiore delle ipotesi, non consentissero alcun miglioramento, perlomeno non farebbero e pertanto potrebbe valere la pena di informarsi, consultarsi con il proprio medico e provare la cura che sembra più indicata al proprio caso.