Questo sito contribuisce alla audience di

Si può eliminare o attenuare il tinnito

Il tinnito (dal latino "tinnire", e cioè risuonare) è un disturbo molto diffuso tra le persone anziane -e non solo anziane- consistente nel percepire costantemente un ronzìo nelle orecchie. Non va preso sottogamba perché può indicare l'esistenza di problemi più seri, e comunque può avere caratteristiche così assillanti da interferire seriamente con la qualità della vita, tanto che vale la pena di provare ad eliminarlo o attenuarlo, e per fortuna esistono per questo scopo dei metodi tanto efficaci quanto poco conosciuti, come il laser di lieve intensità ed altri

La prima cosa da fare è accertare quali siano le cause del ronzìo: può infatti essere causato da motivi così banali come i tappi di cerume nelle orecchie, ma può anche indicare l’esistenza di problemi di circolazione e di pressione troppo elevata; può essere provocato da un’otite, una labirintite, o essere collegato a perdite di udito causate dall’età. Anche dei rumori esplosivi o alcune medicine (aspirina e antibiotici) possono causare un tinnito, in genere temporaneo. E’ necessario quindi consultare un medico, di preferenza uno specialista otorinolaringoiatra.
Il trattamento dipende ovviamente dalle cause, che vanno accertate e possibilmente eliminate. Vi sono tuttavia degli interventi che, a quanto clinicamente provato, sono di grande efficacia, come il trattamento con il laser di lieve intensità, nel quale si utilizza un apposito strumento che, inserito in profondità nell’orecchio, raggiunge con i suoi raggi le cellule danneggiate, stimolando la loro rigenerazione. E’ a questo scopo indispensabile la scelta di una lunghezza d’onda che consenta una penetrazione ottimale, con un’assoluta assenza di pericolo e con effetto molto favorevole per l’eliminazione o perlomeno attenuazione del tinnito, che ho in numerosi casi anch’io visto regredire. L’efficacia di questo strumento è stata clinicamente provata, in particolare in Germania, dove il dr. Lutz Wilden (www.dr-wilden.de) da anni sta agendo con questa modalità terapeutica ottenendo eccezionali risultati, ed in Giappone.
Oltre al laser, vale comunque la pena di provare i seguenti altri preparati “alternativi”.

La pianta Ginkgo Biloba ha dimostrato in numerosi studi , presa ad un dosaggio di 120-140 mg al giorno per 4-6 settimane, un miglioramento del tinnito, vertigini, smemoratezza, ed in genere della circolazione nel cervello (Stange et al. 1975; Jung et al.1998, Soholm 1998 Morgenstern et al.2002)
Altre sostanze che hanno dimostrato un effetto favorevole sono la melatonina, le vitamine del gruppo B, lo zinco ed il magnesio.

RIFERIMENTI

[1] Plath P, Olivier J. Results of combined low-power laser therapy and extracts of Ginkgo biloba in cases of sensorineural hearing loss and tinnitus. Adv Otorhinolaryngol.1995;49:101-4

[2] Shiomi Y, Takahashi H, Honjo I, Kojima H, Naito Y, Fujiki N: Efficacy of transmeatal low power laser irradiation on tinnitus: a preliminary report. Auris Nasus Larynx 1997;24(1):39-42.]

[3] Hahn A, Sejna I, Stoblova K, Cocek A, Combined Laser-Egb 761 Tinnitus Therapy, Acta Otolaryngol 2001, 545, 92-93

[4] Beyer W, et al. Light dosimetry and preliminary clinical results for low level laser therapy in cochlear dysfunction. Proc. Laser Florence ‘99.

[5] Tauber S, Baumgartner R, Schorn K, Beyer W., Lightdosimetric quantitative analysis of the human petrous bone: experimental study for laser irradiation of the cochlea.Lasers Surg Med 2001;28(1):18-26

[6] Adolf Faller, Der Körper des Menschen, Thieme Verlag 1995

[7] Walter H, Walter A, Photobiological Basics of Low Level Laser Application, Dt. Zeitschrift für Akupunktur 2/97

[8] T. Karu, Photobiology of Low-Power Laser Therapy, Harwood Academic Publishers,

New York 1989