Questo sito contribuisce alla audience di

"Impotenza!" Approcci naturali per la disfunzione erettile

Cifre recenti e poco incoraggianti provenienti dagli Stati Uniti rivelano che circa un uomo su dieci è affetto da un disturbo della funzione erettile. Dopo i 50 anni d'età pare che ne sia colpito uno su quattro. Questo disturbo anche presente, in un certo senso,anche nel sesso femminile. Po essere causato da numerose cause, da ricercare. Vi sono tuttavia dei rimedi naturali utili in molti casi...

Più di 500 anni fa, avendo osservato il fenomeno dell’erezione maschile, Leonardo da Vinci fu tra i primi a documentare come “…il pene non obbedisce agli ordini del maestro”. A tale proposito si stima che la famosa “pillola blu” (il Viagra) sia uno dei farmaci più venduti al mondo.

I meccanismi responsabili dell’erezione sono mediati sìa dal sistema nervoso centrale che dal sistema vascolare, per cui il primo passo in chi è affetto da questa problematica consiste nell’individuarne, in quanto possibile, la causa.

Le cause possono essere molteplici:

1. Psicogene.


2. Effetto collaterale di un trattamento farmacologico
.


3.Affezioni vascolari e cardiovascolari
. Si stima che oltre il 60% delle persone con questa patologia possa essere affettio da disfunzione erettile.


4.Disfunzioni ormonali;
sembra tra l’altro che nell’acqua che si beve si trovino a volte dei residui , non del tutto eliminati dai depuratori, di ormoni femminili (provenienti dall’urina delle donne che prendono la pillola anticoncezionale o effettuano, dopo la menopausa, la terapia ormonale sostitutiva.) Altri studi mettono invece in rilievo che determinati pesticidi, usati in agricoltura e giardinaggio, contengono sostanze ad effetto analogo a quello dell’estrogeno, ed i residui di queste sostanze possono trovarsi in cibi e fiori.


5.Disfunzioni neurologiche
.

L’ approccio terapeutico dovrebbe pertanto essere mirato ai meccanismi individuali coinvolti nell’erezione:

1.Incremento del flusso sanguigno.

2. Il sistema nervoso centrale.

3. Equilibrio del sistema ormonale.

Vi sono comunque alcuni rimedi naturali che possono rivelarsi utili in numerosi casi. Tra questi:


L-Arginina: è
un aminoacido (gli aminoacidi sono i “mattoni delle proteine”) sul quale esiste già, per il problema in esame, una serie di pubblicazioni scientifiche. La L-Arginina è un precursore dell’ossido nitrico, un potente dilatatore dei vasi sanguigni.

Alcuni fitoterapici:


Ginko Biloba:
un fitoterapico molto conosciuto sul quale sono già state pubblicate una serie di articoli scientifici. Il ginko agisce direttamente sul flusso sanguigno ed è inoltre un attimo antiossidante.


Panax Ginseng:
stimola la produzione di ossido nitrico; migliora le caratteristiche dell’erezione e di piacere sessuale.


Tribulus terrestris:
aumenta i livelli di testosterone in ratti e scimmie nel laboratorio. Nel sesso femminile diminuisce la produzione di prolattina.


Muira Puama:
migliora la performance sessuale negli uomini.


Mucuna Pruriens:
(soprannominata “viagra alternativo”!), agisce sul neurotrasmettitore L-dopa; provoca un aumentato desiderio sessuale.

Ed infine:


Vitamina B12:
azione di supporto per i nervi periferici.


DHEA:
un precursore ormonale; è stato dimostrato che migliora la performance sessuale negli uomini affetti da disfunzioni erettili e nelle donne con insufficienza del surrene. La disfunzione erettile dovrebbe sempre essere valutata dal punto di vista organico, in quanto potrebbe essere la prima manifestazione di una patologia sottostante.

I rimedi sopra-indicati dovrebbero in ogni caso essere prescritti dal medico per valutare il dosaggio e possibili interazioni con altri farmaci. Così ad es. l’arginina in dosaggio elevato può attivare il virus dell’herpes, latente in molti, ed alcune piante (ad es. il ginko) possono potenziare eccessivamente l’azione di medicinali anticoagulanti).

Nel caso di sostanze fitoterapiche è infine importante assumere un prodotto di buona qualità; infatti molte piante provenienti da paesi asiatici sono purtroppo non raramente inquinate (pesticidi, metalli pesanti, tossine).

Aggiunta in data 13 aprile: nel mio intervento sulle proprietà benefiche dell’alga Ecklonia cava, metto tra l’altro in rilievo gli effetti di quest’alga anche per questo tipo di problemi, scrivendo quanto segue:

“Problemi erettili: in un altro studio clinico della durata di 6 settimane, in 31 pazienti l’uso dell’EC è stato raffrontato a quello del Viagra. Sono stati presi in considerazione quattro diversi parametri ed alla fine dello studio i miglioramenti ottenuti con il Viagra sono stati valutati al 27%, 44%, 39% e 66%; quelli ottenuti con l’alga EC sono risultati notevolmente superiori: 87%, 74%,39%, e 66% . Particolarmente significativo è stao il miglioramento ottenuto con l’EC in relazione al parametro della funzione orgasmica (87%) ed in relazione alla funzione erettile (66%).”

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Luca54

    20 Mar 2010 - 12:36 - #1
    0 punti
    Up Down

    Personalmente ho trovato enorme beneficio con vigorlus capsule, completamete naturale. Pote te trovarlo su questo sito http://www.bioreviv.it
    Provatelo ne vale davvero la pena. Ciao