Questo sito contribuisce alla audience di

AGOPUNTURA 2000 PER GLI OCCHI: RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI

Alcuni di voi avranno letto i miei precedenti articoli in merito al trattamento di agopuntura per le occhi sviluppato dal Professore danese John Boel. In questo articolo, ho raccolto le risposte a un certo numero di "domande pratiche" che mi vengono poste spesso da persone potenzialmente interessate a un ciclo di questa cura....

Ecco alcune delle domande di chiarimenti che mi pervengono spesso in merito a questo metodo, esposto per sommi casi in altri miei precedenti articoli.

Che cos’è il metodo di “Agopuntura 2000″?

Il metodo “Agopuntura 2000″ si basa su punti di agopuntura che non fanno parte dei punti dell’agopuntura classica cinese. Alcuni di questi punti sono stati “scoperti” casualmente dal professor John Boel circa quarant’anni fa per un trattamento su se stesso. Nei decenni successivi John Boel ha localizzato ed ampiamente sperimentato su migliaia di pazienti quelli che sono tutti i punti del suo sistema di agopuntura. Le sue sperimentazioni continuano tuttora.

Cosa distingue questo metodo di agopuntura dall’agopuntura classica della tradizione cinese?

Ciò che distingue questo metodo da tutti gli altri metodi di agopuntura è soprattutto la sua particolare efficacia nelle patologie degenerative e traumatiche degli occhi, anche se, in realtà “Agopuntura 2000″ si può impiegare in tutta una serie di patologie (ad esempio, nelle malattie osteo-articolari). Per questo motivo, mi sono specializzata in questo metodo soprattutto per tali patologie considerate a volte come “senza speranza”, in quanto ritengo che per numerose altre patologie vi sia già un’ampia scelta di trattamenti a disposizione. Nel riferire al loro medico che avevano intenzione di sottoporsi ad una trattamento di “agopuntura 2000″ per patologie degli occhi, molti dei miei pazienti si sono sentiti dire: “L’ agopuntura non funziona in questi casi”; ciò potrebbe essere vero se si trattasse dei consueti e conosciuti metodi di agopuntura, ma non lo è necessariamente anche per questo metodo.

Come funziona “Agopuntura 2000?”

Per ciò che riguarda l’ agopuntura in generale, l’esistenza di punti di agopuntura è stata provata a livello scientifico, e la sua efficacia a livello statistico. È risaputo da secoli che l’efficacia dell’agopuntura è dovuta ad un riequilibrio dell’energia vitale, ma questa spiegazione non è soddisfacente per la comunità scientifica; per cui non è risaputo esattamente come funzioni l’agopuntura. Il professor Boel ipotizza che mediante le micro-ferite nei punti di agopuntura nel momento in cui viene inserito l’ago, il cervello capti dei segnali di stress e reagisca sbloccando una situazione di stasi ed inviando stimoli di risanamento agli occhi ( che sono effettivamente una “continuazione del cervello”).

Per quali patologie degli occhi è consigliabile questo metodo?

Tutte le patologie che comportano una degenerazione od un processo traumatico; e di esempio: maculopatia degenerativa, retinite pigmentosa, retinopatia diabetica, glaucoma, esiti di ictus, emorragia ed infezione (ad esempio, encefalite) a livello cerebrale.

Per quali patologie degli occhi NON è indicato questo metodo?

“Agopuntura 2000″ non è indicata nel contesto di affezioni e esclusivamente a”meccaniche” dell’occhio:, come miopia, ipermetropia, astigmatismo, o per cataratta e “mosche volanti”.

In certi casi sono stati riportati miglioramenti anche nelle affezioni sopra-indicate, ma sconsiglio in genere questa terapia in questi casi, in quanto per questi problemi vi sono a disposizione trattamenti risolutivi e di maggiore efficacia.

Delucidazioni sulla miopia

Il trattamento può essere indicato in casi di miopia nei quali la retina ha subito un danno (ad esempio, distacco di retina), oppure è potenzialmente a rischio. In tali casi il trattamento è mirato a favorire una migliore situazione a livello di retina e non alla correzione della miopia.

Questo metodo può sostituire interventi chirurgici oppure trattamenti farmacologici (ad esempio, gocce per gli occhi)?

Assolutamente no; “Agopuntura 2000″ non deve essere impiegata in sostituzione di un trattamento farmacologico o chirurgico consigliato dal proprio oftalmologo. Anzi, il metodo “si sposa” molto bene con trattamenti oftalmologici convenzionali.

Quali possono essere i risultati?

Ho riportato in articoli precedenti i risultati di studi ufficiali (effettuati in casi di maculopatia degenerativa e retinite pigmentosa) effettuati presso l’Università di Gratz nei quali sono stati documentati risultati statisticamente significativi. In linea generale, si è riscontrato un risultato positivi nel 80% delle patologie sopra-indicate.

Numero di pazienti trattati

Il professor Boel ha trattato migliaia di persone presso la sua clinica in Danimarca negli ultimi quarant’anni. Inoltre, “Agopuntura 2000″ è ormai conosciuta e diffusa in numerosi paesi europei (Danimarca, Olanda, Germania, Austria e Svizzera).

Dopo aver studiato questo metodo con John Boel, l’ho “introdotto” in Italia, dove era sconosciuto, circa un anno e mezzo fa; fino ad oggi ho trattato una trentina di pazienti, e visti i risultati, il numero è in rapido aumento. Le patologie trattate sono state principalmente: maculopatia degenerativa, retinite pigmentosa, retinite diabetica, glaucoma. In tutti i casi che ho trattato, i soggetti hanno riportato un miglioramento più o meno spiccato (tranne che in un soggetto affetto da miopia che vedeva 10/10 con le lenti, per cui non è stata possibile la valutazione di un miglioramento).

Interpretazione del risultato

Il risultato del trattamento può essere valutato dal solo soggetto, che si accorge di vedere meglio, dall’oftalmologo (misurazione del campo visivo, ecc.), oppure da entrambi. Anche se il risultato dovesse esclusivamente essere documentato dall’oftalmologo e non avvertito dal soggetto, è comunque importante, in quanto trattamenti successivi di “agopuntura 2000″ potrebbero bloccare o stabilizzare la situazione, evitando ulteriori deterioramenti.

Vi sono stati casi, riportati nei giornali tedeschi e danesi, di “miracolati” ormai ciechi che hanno ripreso a guidare grazie ad “agopuntura 2000″. Questi casi sono rari purtroppo, ma in linea generale, un miglioramento, anche se “solo” del 15-20% significa molto per una persona alla quale è stato detto che non ci sono speranze e “non c’è più nulla da fare”.

Risultato e tempo

Nella maggior parte dei soggetti è stato riportato un risultato dopo il sesto giorno di trattamento, ma anche quando non vi è un miglioramento all’inizio è possibile documentarlo nelle sei settimane successive. Se non si percepisce un miglioramento entro le sei settimane significa che la patologia non risponde a questo tipo di trattamento ed è del tutto inutile ripeterne un ciclo.

Vi sono controindicazioni od effetti collaterali?

L’unica controindicazione è una fobia verso gli aghi di agopuntura (fenomeno di per sé rarissimo). Soggetti diabetici devono misurarsi la glicemia prima e dopo il trattamento in quanto sono state riportate crisi di ipoglicemia.

I punti sono dolorosi?

Questi punti sono più dolorosi rispetto ai punti di agopuntura classica, ma vi sono in commercio aghi anti-dolore. Il dolore è comunque una sensazione soggettiva, e noto che di fronte a patologie serie della vista le persone non sono affatto turbate daglì aghi.

Dove vengono inseriti gli aghi?

Contrariamente a ciò che pensano in molti, gli aghi non vengono inseriti negli occhi ma nella fronte, mani e piedi.

Delucidazioni su un ciclo di trattamento

Un ciclo di agopuntura dura 10 giorni consecutivi in cui vengono effettuati due trattamenti al giorno. Se l’agopuntura è stata efficace (vedi sopra) sono necessari cicli di mantenimento dalle due alle tre volte l’anno, a seconda del caso.

Per ulteriori informazioni: www.agopunturaocchi.it e www.akupunktur2000.dk

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • camelo

    18 Jul 2009 - 10:50 - #1
    0 punti
    Up Down

    perfafore se avete una cura per la distrofia dei coni o dei bastoncelli contattatemi x Email p.carmy87@hotmail.it anche x esiti negativi a presto