Nuovo integratore per la salute degli occhi

Un nuovo integratore, finora poco conosciuto ed usato, si è rivelato efficace, in sperimentazioni cliniche condotte presso la Florida International University per i problemi della vista: si tratta di una sostanza, la mesozeaxantina, appartenente alla famiglia, già nota ed apprezzata per i suoi effetti sugli occhi, della luteina e zeaxantina...


In numerosi interventi sui problemi degli occhi ho parlato, oltre che del sistema di agopuntura per le malattie degli occhi elaborato in decenni di studio dal prof. John Boel (www.agopunturaocchi.it ) di varie sostanze naturali o meno, che esercitano un effetto benefico.
In uno studio abbastanza recente, (1) (pubblicato su Nutr. Metab. 2007;4:12) sono stati esaminati a fondo gli effetti della luteina, zeaxantina e mesozeaxantina.
La luteina, la zeaxantina e il suo stereoisomero, la mesozeaxantina, sono i principali costituenti del pigmento che ricopre la regione maculare dell’occhio. Questi tre carotenoidi antiossidanti, presenti nel centro della retina, filtrano la luce blu e proteggono i fotorecettori dai danni da radicali liberi. La densità del pigmento maculare varia a seconda degli individui e diminuisce con l’età, ed è più bassa in chi soffre di degenerazione maculare. La mesozeaxantina viene prodotta nella retina a partire dalla luteina. Tuttavia, con gli anni, questa conversione peggiora sempre di più e i livelli di mesozeaxantina diminuiscono; potrebbe quindi essere utile assumerla con degli integratori.
Gli studi effettuati hanno dimostrato che i livelli di luteina, zeaxantina e mesozeaxantina sono minori negli occhi di chi soffre di degenerazione maculare collegata all’età, e che un’integrazione con luteina, zeaxantina e mesozeaxantina permette di rinforzare la densità del pigmento maculare e, così, di aumentare la protezione dell’occhio .
Nello studio citato, durato 120 giorni, a 10 pazienti sono state somministrate delle capsule a base prevalentemente di mesozeaxantina, con quantità marginali di luteina e zeaxantina, mentre altri 9 pazienti formavano il gruppo di controllo placebo. A conclusione della sperimentazione si è visto un notevole incremento nella densità del pigmento oculare del gruppo che prendeva la mesozeaxantina mentre non si è verificata alcuna variazione nel gruppo placebo.

(1) (Macular pigment response to a supplement containing meso-zeaxanthin, lutein and zeaxanthin Richard A Bone, John T Landrum, Yisi Cao, Alan N Howard3 and Francesca Alvarez-Calderon- Department of Physics, Florida International University, 11200 SW 8th Street, Miami, FL 33199, USA-Department of Chemistry and Biochemistry, Florida International University, 11200 SW 8th Street, Miami, FL 33199, USA)

Peeplo Search

Vuoi inserire la Search di Peeplo sul tuo sito ?

Provala subito!