Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Leptina. L’interruttore che mette fine al senso di fame

    L’obesità non solo facilita l’insorgere di numerose malattie croniche (dal diabete all’ipertensione ed altre) ma è anche una malattia in sé, poiché si è ora accertato che i depositi di grasso non sono soltanto, come si pensava un tempo, una massa inerte, ma contengono una serie di sostanze ed ormoni, tra i quali delle sostanze che danno luogo ad una situazione di infiammazione leggera ma cronica, tanto che negli Stati Uniti l’obesità è ora classificata come una “malattia cronica” vera e propria. Una delle sostanze prodotte dal tessuto grasso è un ormone, chiamato leptina, che agisce sul senso di fame, trasmettendo al cervello la comunicazione che l’apporto di cibo è stato sufficiente e che bisogna smettere di mangiare. A volte però questa linea di comunicazione non funziona bene; si continua a mangiare e si ingrassa....