Questo sito contribuisce alla audience di

Lucy

I suoi consigli costano 5 cents l'uno, i suoi insulti sono gratis

Sorella maggiore di Linus, coetanea e compagna di scuola di Charlie Brown, Lucy (Lucille Van Pelt per l’anagrafe) è un concentrato dei difetti più irritanti: è lunatica, imprevedibile, scorbutica, disfattista, mentalmente chiusa, irrazionale, egoista, saccente, vanitosa, piena di sé, arrogante, illogica, diffidente… ma la sua simpatia nasce proprio dai suoi difetti.

Ogni volta che al povero Charlie Brown scappa qualche riflessione sui problemi della vita, l’ignoranza e la presunzione di Lucy snobbano puntualmente l’intelligenza e la sensibilità dell’amico, ferendolo.

Analoghi risultati otterrebbe col fratello, se questi non sapesse trarre dal suo inesauribile bagaglio psicologico e culturale di che contrastarne le soperchierie.

Dotata, a differenza di Charlie Brown, di pragmatismo e di un forte senso degli affari è solita allestire un chiosco da psichiatra dal quale dispensa i propri consigli a cinque cents la visita.

Quanto ai complimenti, a Lucy piace solo riceverli.
E se per caso ne sta facendo uno, magari sorridendo, sicuramente sta nascondendo qualcosa.

Il suo unico tallone d’Achille si chiama Schroeder che ama non riamata, benché lui sia più giovane di lei.

Così passa lunghe ore languidamente appoggiata al suo pianoforte giocattolo a tempestarlo di proposte di matrimonio, senza però riuscire a comprenderne la sublime capacità artistica.

Viene perennemente sconfitta dalle note di Beethoven che vengono fuori dal pianofortino.