Questo sito contribuisce alla audience di

Charlotte Braun

La buona vecchia Charlotte Braun

Il 30 Novembre 1954 Charles Schulz aggiunse un nuovo personaggio alla banda dei Peanuts, Charlotte Braun.

È una ragazzina coi cappelli ricci, a tratti molto somigliante a Frieda, piccola, e con la testa rotonda come Charlie Brown. Il suo nome è praticamente quello di Charlie Brown al femminile, e nel suo debutto dice che lei viene chiamata anche “Buona vecchia Charlotte Braun” dai suoi amici. Indossa una gonna “plissettata” e la sua caratteristica più spiccata è quella di parlare con un volume di voce molto alto (successivamente Lucy Van Pelt ereditò questa caratteristca).
Caratterizzata da un brutto carattere, nelle striscie Charlotte sovente si lamenta che le altre bambine non vogliono giocare con lei perché parla a voce troppo alta, e in genere tutti i componenti del gruppo vogliono stare alla larga di lei.
La fama di stridula si può dire sia meritata, anche se lei insiste che le persone che gridano sono persone che hanno cose molto importanti da dire. L’emarginazione di Charlotte dal gruppo ha le sue ragioni nel suo modo di reagire in modo alquanto scorbutico davanti a proposte di dialogo. In una striscia, quando Charlie Brown vuole farle un complimento, Charlotte Braun reagisce dicendogli che è un sarcastico ed è meglio stare zitti quando non si è sinceri.

Il personaggio di Charlotte Braun ha avuto vita molto breve: dopo appena 10 apparizioni nell’arco di 2 mesi, l’1 Febbraio 1955, Schulz decise di farla fuori.
Nel 2000 venne fuori che la “scomparsa” di Charlotte fu suggerita da una lettera di un fan a cui Schulz rispose con un’altra lettera nella quale chiedeva al fan se voleva davvero essere responsabile della morte di una bambina innocente. Nella lettera (donata alla biblioteca del Congresso USA), Schulz incluse il disegno di una Charlotte con un’ascia in mezzo alla testa.

Link correlati