Questo sito contribuisce alla audience di

Il grande libro dei Peanuts

Tutte le strisce degli anni '50

Alla fine, l’inizio.
 
Si chiude con le strisce degli anni ’50 la raccolta cronologica dell’opera omnia di Schulz: un grande volume, edito da Baldini Castoldi Dalai editore, che segue analoghi tomi già pubblicati per gli anni ‘60, ‘70, ‘80 e ‘90.
 
Vedremo i primi passi del buon vecchio Charlie Brown, quando ancora non era tanto complessato, ma già si poneva qualche problema esistenziale: alla domanda se gli sarebbe piaciuto essere Abramo Lincoln rispondeva che aveva già abbastanza fastidi a essere un Charlie Brown.
Vedremo Snoopy quando era solo un cucciolo abbaiante e ancora non intravedeva la sua poliedricità, mille ruoli per evadere con l’immaginazione dalla sua natura canina.
Incontreremo per la prima e unica volta la ragazzina dai capelli rossi per la quale Charlie Brown ha sospirato per cinquant’anni e personaggi che con il tempo spariranno: Violet, Patty, Frida, Shermy.
 
Le storie di Charlie Brown sono nate per essere consumate ogni mattino: eppure sono così importanti che vanno conservate e rilette dall’inizio e questa è l’occasione per non perdere neanche un giorno di questo capolavoro che ha rappresentato una fetta dell’immaginario collettivo per diverse generazioni.
 
Un volume, quindi, come tutta la serie, che costituisce un’opera “definitiva” da non perdere, rivolta sia ai collezionisti che a chi ha scoperto solo da poco gli immortali personaggi creati da Charles M. Schulz.
 
Collana Le Boe, 640 pagine, edizione cartonata, 44 euro.