Questo sito contribuisce alla audience di

L'Isola di Arturo

Vi e' un'isola nell'adolescenza di ciascuno che la vita poi si incarica di dissolvere. Incontro con la scrittrice Annamaria Amoroso alla Libreria Jonathan Livingstone di Sant'Agnello

Elsa Morante - L’Isola di Arturo

Un’isola richiama alla mente l’universo dei sogni e delle immagini.
Se leggete L’isola di Arturo (1957), vi accorgerete quanto Elsa Morante sia riuscita a fondere realismo e allusione mitico-simbolica e a fare di Procida luogo reale e fantastico insieme.
Arturo vive a Procida la sua infanzia e adolescenza, orfano di madre riveste di carattere mitico la figura del padre al quale lega i cicli vitali aspettando le stagioni e i suoi ritorni.
Alcuni luoghi mitici dell’isola attraggono il protagonista: la casa-castello avvolta dal mistero, il penitenziario sulla sommità che attrae e sgomenta e poi il mare che a riguardarlo palpita come un innamorato.
Ah, io non chiederei di essere un gabbiano, né un delfino; mi accontenterei di essere uno scorfano, ch’è il pesce più brutto del mare, pur di ritrovarmi laggiù, a scherzare in quell’acqua.
Il narratore è proprio Arturo adulto e lontano che tira le fila della storia nel recupero memoriale.

Dal romanzo della Morante, Annamaria Amoroso leggerà pagine scelte che evocano l’universo di sogni e di immagini dell’incantevole e selvaggia “Isola di Arturo”.
Commenti, emozioni, opinioni

Venerdì, 5 dicembre alle ore 18.00
LIBRERIA CAFFE’ JONATHAN LIVINGSTON
Corso Marion Crawford 21/23
80065 - Sant’Agnello (NAPOLI)
Tel 0818075831 - fax 0815324377
info@ilgabbianojl.it
- consumazione € 5,00 -