Questo sito contribuisce alla audience di

Folco Quilici a Sorrento

Conferenza stampa organizzata dai Comuni di Sorrento e Massa Lubrense, l' Area Marina Protetta “Punta Campanella” e la Fondazione Sorrento per il 16 maggio 2009.

L’evento – programmato per le ore 18.00 presso la Sala Consiliare del Palazzo Municipale di Sorrento – oltre al celebre scrittore-documentarista e regista, vedrà la partecipazione del Sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino, di quello di Massa Lubrense, Leone Gargiulo e del Direttore dell’ Area Marina Protetta, Antonino Miccio.
Folco Quilici in quest’occasione presenterà quello che – in ordine temporale – sono i suoi ultimi libri intitolati: “I miei mari” e “Libeccio”.

Ne “I miei mariQuilici ci racconta anni di scoperte, amori, paure negli oceani e nei mari del mondo, dove, tra i relitti della preistoria e quelli di oggi, si muovono, si
scontrano, si confrontano uomini e creature di ogni specie, dalle stelle marine assassine ai polpi giganti, dalle spaventose ma innocue mantas agli squali, un tempo (spesso a torto) temuti e oggi vittime di una pesca che rischia di annientarli.
A corredare l’opera vi e’ un Dvd che propone quasi un’ ora di sequenze incalzanti, grazie alle quali è possibile apprezzare filmati che spaziano dai ghiacci artici ai cosiddetti fiumi dell’ oro in Amazzonia, dai segreti e dalle sorprese archeologiche del Mediterraneo al fascino perduto degli atolli polinesiani.

In “Libeccio”, invece, è ambientato nel XIX secolo, e, narra le vicende di tre giovani anarchici che, insofferenti alle leggi e alle costrizioni famigliari, lasciano l’Italia illudendosi di poter raggiungere selvagge terre lontane dove divampa la febbre dell’oro.
Una trama avvincente e ricca di colpi di scena, la trama però si rifà ad una storia vera che tocca molto da vicino Folco Quilici che, raccontando una grande fuga al di là dell’ oceano, riesce a descrivere un’ avventura che si articola su tutto il continente americano e, attraverso un sogno di felicità, riesce a tracciare un’energico ritratto di una famiglia italiana.

Quilici giunge a Sorrento dopo circa tre anni dalla pubblicazione del meraviglioso libro che lo scrittore regista ha realizzato nel 2006 - con Luca Tamagnini – su “Punta Campanella”.

Un’ opera – degna d’attenzione, raffinata ed esteticamente eccezionale – che si colloca proprio nel solco tracciato da Quilici nel delineare la sua attività a sostegno del mare.
Sorrento 11 maggio 2009

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile rivolgersi
al Portavoce del Sindaco, Fabrizio Guastafierro
Tel. 081 – 5335311 / 349 - 2432403

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Jollyroger

    14 May 2009 - 16:07 - #1
    0 punti
    Up Down

    Vorrei dirgli un grazie, per tutto quello che ha fatto per me e quelli della mia generazione, insegnandoci ad imparare dal mare, dalle persone, dagli orizzonti stranieri.
    Ma come sarebbe stato meglio se fosse diventato un maestro, di quelli veri, circondato di sempre nuovi e sempre giovani discepoli, invece di invecchiare continuando a fare sempre le stesse cose. Adesso sappiamo che le facevi per te, maestro, e solo per caso noi seguendoti imparavamo da te. Va bene così, grazie di tutto, e continua a fare ciò che ti piace, anche questo è un esempio. Continuerò a leggerti, notando ormai i tuoi limiti come i figli notano dei padri quando crescono, ma non verrò a vederti, non ti farò il torto di considerarti oggi come se fossi ancora e solo quello che eri, e non l’icona che sei. Se Maradona giocasse nell’Albinoleffe, non andrei a vederlo giocare, e io continuo a guardare i tuoi documentari, più vecchi di me, e ad imparare dalle tue orme. Spero che tu continui ad avere lo stesso piacere dalle stesse cose che fai. Grazie, dal cuore.

  • Eny

    01 Jul 2009 - 16:30 - #2
    0 punti
    Up Down

    Ciao, stavo leggendo una bella intervista fatta da Marcopolo a Folco Quilici. Volevo condividerla: http://www.marcopolo.tv/tpl-articolo.asp?idArticolo=45210