Questo sito contribuisce alla audience di

Presepe vivente a Casarlano

Come ogni anno, nel Borgo di Casarlano, verrà allestito il presepe vivente.

Madonna di Casarlano

26 - 27 - 28 Dicembre 2009

1 - 2 - 3 - 5 - 6 - 9 -10 Gennaio 2010

dalle ore 18:00 alle 20:00

Ricordiamo come raggiungere Casarlano per tutti i visitatori che provengono in autobus ed auto dalla provincia, è consigliabile anticipare la partenza poiche’ a causa della chiusura della galleria bisogna attraversare il centro di Vico Equense, e in questi periodi c’e’ molto traffico.
A Sorrento e’ stato attivato un servizio di navette gratuito - Parcheggio Terminal - Casarlano

LUNEDÌ 28 DICEMBRE - ore 20:30

Spettacolo Teatrale e musicale “TIEMP E’ NATALE”

con il gruppo TRIOTARANTAE

e la partecipazione straordinaria di Giovanni Mauriello,

tra i fondatori della Nuova Compagnia di Canto Popolare

Casarlano è una frazione collinare del Comune di Sorrento, si estende su un territorio molto vasto che sfiora i comuni di Massalubrense e di Sant’Agnello. Adagiata sul versante che si affaccia su Sorrento vi è la chiesa parrocchiale dedicata alla Madonna e che conserva intatta, tra le sue mura, una storia antica e complessa sin dal lontano 1400.

Durante il periodo natalizio la comunità parrocchiale allestisce un caratteristico “Presepe Vivente” che è, ormai, alla sua quinta edizione e che attira migliaia di visitatori provenienti dalla città e da altri comuni.

Il Presepe trova la sua massima realizzazione artistica nel piazzale interno della Parrocchia dove alcuni maestri della comunità, profondendo passione ed ingegno, progettano e allestiscono il villaggio natalizio.

Maestri di pergolato per le strutture di castagno, maestri della muratura per il tufo e le pietre, collaboratori e varie manovalanze si danno appuntamento ad ottobre per raccogliere una sfida che conserva tutto il suo fascino proprio nella fase di preparazione…

A tale proposito, quest’anno, vogliamo ricordare con particolare affetto il carissimo Antonino Esposito, uno tra i maestri più qualificati ed entusiasti dell’iniziativa, scomparso recentemente.

Fino a tarda notte si odono i rumori e le voci di un cantiere gioioso e appassionato che lotta contro il tempo.. sempre tiranno! Infine durante le serate stabilite dal programma, ben 200 figuranti in abiti d’epoca e di tutte le età e che contribuiscono a ricreare una suggestiva rappresentazione natalizia che non manca di infondere stupore e serenità nel cuore di tutti. Tra i tanti ci piace ricordare Marilena Russo, fedele interprete della rappresentazione natalizia in tutte le altre edizioni e ora nella gloria di Dio.

Il Presepe oltre al suo preciso messaggio spirituale e religioso, ha come tema di fondo la rivisitazione di antichi mestieri che un tempo non lontano scandivano la vita della campagna.

Una ricerca accurata e meticolosa per riportarli in scena con abiti e attrezzi d’epoca.

L’intento è quello di far conoscere a tutti ma, soprattutto alle nuove generazioni, le occupazioni, i ritmi e le usanza di un tempo che non smettono mai di affascinare e di coinvolgere. Davanti alla stalla, nella contemplazione estatica della nascita di Gesù, ci si sofferma silenziosi e riconoscenti per aver vissuto un emozione sincera e genuina, frutto di quella passione verso le cose belle che abitano da sempre nell’animo umano e che non tramontano mai…

Invitiamo tutti i visitatori a vivere questo percorso con tranquillità, raccomandando il silenzio meditativo, il rispetto degli animali e dei luoghi.

Un grazie di cuore a tutti coloro che verranno a condividere l’esperienza del nostro “Presepe” per non perdere il vero senso del Natale.

La luce splendida della nascita di Gesù rischiari le nostre notti e le faccia diventare chiare come il giorno: Egli è l’Emmanuele, il Dio con noi.

Link correlati