Questo sito contribuisce alla audience di

Diario della Festa Internazionale della Primavera 2010

Son passati oramai 25 anni da quando Cecilia Coppola fondò, qui, in penisola sorrentina l'Associazione Culturale Cypraea. I messaggi trasmessi di anno in anno al mondo dei giovani riguardano tematiche di fondamentale interesse, quali l'alimentazione, la tutela dell'ambiente e la diffusione della pace tra i popoli del mondo.


Diario della Festa Internazionale della Primavera Cypraea che abbraccia il mondo
di Cecilia Coppola

La manifestazione della Festa Internazionale della Primavera è uno dei momenti fondamentali tra gli eventi organizzati dall’associazione e, non è legata all’arco di tempo delle stagioni ma ad una più ampia interpretazione – ci racconta la professoressa Cecilia Coppola - quella della Primavera del Cuore di migliaia di bambini, ragazzi, giovani ed adulti che da numerosissime parti geografiche partecipano e credono nei valori che ho voluto diffondere per collaborare a creare, anche se piccola goccia, un Futuro dove ogni popolo si senta vicino all’altro e comprendendo l’importanza del rispetto delle proprie culture, della propria storia, della propria religione, della propria crescita economica e morale e soprattutto della tutela di quell’ambiente che Madre Terra e Padre Mare donano all’umanità tutta sin dai primordi della creazione divina.
Quest’anno protagonista è stato “il Mare” - Il mare, fonte di alimentazione, salute e vita: simbolo di sacrificio, coraggio e pace ” che ha avuto come sempre il sostegno e il patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e l’onore del Premio del Presidente della Repubblica Italiana, nonché del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Fondazione Banco di Napoli per l’assistenza all’Infanzia, dei Comuni di Sorrento, Piano di Sorrento e Bari e della Banca di Credito Popolare di Torre del Greco.
Le nazioni che hanno preso parte all’evento di questa ventiquattresima edizione sono state: Messico, Inghilterra, Finlandia, Germania, Serbia, Turchia, Giordania, Palestina, Umdurtia, Senegal, Burkina Faso, Gana, Costa d’avorio, Benin, Filippine e Italia.
Un coinvolgimento che si amplifica di anno e in anno e dimostra chiaramente il bisogno di vivere un’esperienza di crescita culturale soprattutto da parte delle popolazioni giovanili che vogliono sentirsi sereni protagonisti di un nuovo significato della storia che l’umanità scrive da secoli nelle pagine del Mare.
La Mostra dei 2430 lavori pervenuti e giudicati da un’attenta Giuria è stata allestita a Sorrento nell’Istituto Polispecialistico “ San Paolo ”, storico edificio messo a disposizione del Dirigente Mario Iacomino, con la preziosa collaborazione della docente Giovanna Milano.
Ad affiancare l’ esposizione dell’operato giovanile una preziosa presentazione “Conchiglie da tutti i mari” da parte della Società Malacologia Italiana - Gruppo Malacologico campano-pugliese curata da Sergio Duraccio, Antonino Casola e Gianni D’Anna che ha presentato alcune sue opere scultoree di geometria frattale ispirate al mondo marino.

Sempre nell’Istituto Polispecialistico “ San Paolo” si è svolto con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato Agricoltura Regione Campania il Convegno “Agricoltura e pesca: vitale patrimonio alimentare nel rispetto della biodiversità, presieduto dal dottor Domenico Mollica -vicepresidente Nazionale dell’Associazione Italiana Veterinari igienisti con la partecipazione di Maria Passeri dirigente Sesirca Assessorato Agricoltura, Rosa Savino dirigente Pubblica Istruzione di Bari, Catello Sepe, medico allergologo ed immunologo clinico, Vincenzo Califano, direttore della Rivista Informatore Scolastico, Demetrio Antonio Raffa comandante del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia che hanno intrattenuto un interessante dibattito con le delegazioni di studenti e associazioni giovanili delle nazioni presenti.


Interessanti gli argomenti proposti dagli studenti :la biodiversità continuamente messa in pericolo dallo scriteriato sfruttamento delle risorse marine, l’estinzione di molte specie ittiche, la pericolosità di alcuni pesci, l’inquinamento, causa scatenante di alcune allergie e la conseguente cautela a sminuirne il danno nell’organismo umano, la sicurezza delle mense scolastiche curate da tavoli tecnici formati da pediatri, nutrizionisti, dirigenti, pedagogisti, genitori che decidono le linee guida per la formulazione dei menù, studiano la maniera più appropriata di somministrare la refezione e la necessità della presenza anche di un veterinario che ha il polso sulle carni, sull’ittico perché fa i controlli ai porti, quando arrivano le derrate alimentari dall’estero e anche nei macelli e le i centri di raccolta ittici, luoghi dove si preparano gli alimenti che poi troviamo sulle nostre tavole..
Per conoscere poi la ricchezza della flora e fauna del nostro mare l’armatore Roberto Fluss con la guida attenta del comandante Michele Russo e il suo equipaggio hanno offerto una crociera ai ragazzi stranieri sulla M/n Marine Club la che li ha avvicinati alla magia della costa sorrentina, di Capri e di Amalfi e alla storia dei luoghi.