Questo sito contribuisce alla audience di

Corso di Formazione di secondo livello per la didattica musicale Orff-Schulwerk

Presso l'Istituto Comprensivo "Buonocore-Fienga" di Meta il secondo livello del corso di Formazione per la Didattica Musicale in metodologia Orff-Schulwerk



Incomincerà il 29–11-2010 presso l’Istituto Comprensivo “Buonocore- Fienga”- Meta, il Corso di Formazione di 2° livello per la Didattica Musicale in metodologia Orff-Schulwerk , secondo i parametri multisensoriali Parola-Gesto-Suono ( P.G.S.) del Maestro Marcello Napoli, responsabile Didattico del Corso, violinista , studioso di neurofisiologia dell’apprendimento.
Il corso, si terrà il lunedì ed avrà cadenza bisettimanale, dalle ore 16 alle ore 20 ed è aperto a docenti, musicisti e studenti.

Un interessantissimo e ricco programma che spazierà dalla body percussion nei tempi composti e misti, la melodia da risultante ad induttore l’ostinato melodico: ruolo e funzioni, rapporto tra “Come-cosa e “ Quando-quanto”, creatività: analisi delle fasi e dei processi induttivi, neuroni specchio dalla neurofisiologia dell’apprendimento alle strategie didattiche.

L’iniziativa è promossa e coordinata da Elisabetta Ricca, Presidente dall’Ass.ne “A.T.S.” ( Arti, Turismo, Sport) – Sorrento, in collaborazione con l’Ass.ne “Mozarteum”Salerno e Slow-Sud - Sorrento, proponenti della iniziativa in corso, accolta e sostenuta dal Dirigente dell’ Istituto Comprensivo Dott. Antonio D’Alterio

Nello stesso Istituto il 26-11-2010, ha avuto inizio il livello base di didattica dell’ Educazione Musicale.

Il Metodo Orff-Schulwerk

L’Orff-Schulwerk è una metodologia di insegnamento della musica che nasce da una serie di esperienze didattiche avviate e spinte alla maturazione da Carl Orff.
Prima della nascita dello Schulwerk era già diffuso un nuovo metodo basato sulla relazione e l’importanza tra musica e movimento, il metodo Dalcroze (didatta e compositore svizzero).
Orff, invece, teneva in particolare considerazione il fattore ritmico nella sua totalità, quindi la sua importanza nel movimento, nella voce e nella musica strumentale. Attraverso le sperimentazioni effettuate da Orff possiamo conoscere le caratteristiche fondamentali dello Schulwerk: la ricerca dell’elementarità e la metodologia pratica. Musica elementare è musica a misura di bambino, comprensibile e accessibile attraverso l’utilizzo della scala pentatonica (ad esempio Do Re Mi Sol La).
Per quanto riguarda la metodologia, Orff propose indicazioni e dati per poi classificare e interpretare invece di imporle come teorie, d’altronde, come diceva Orff: « la musica per bambini nasce lavorando con i bambini e lo Schulwerk vuole essere stimolo per un proseguimento creativo autonomo, infatti esso non è definitivo, ma in continua evoluzione. »
da Wikipedia

Successivamente fu creato uno strumentario pensato per il raggiungimento dei nuovi scopi: strumenti a percussione ritmici (tamburi, tamburelli baschi, campanacci, triangoli, piatti, legni, reco reco…) e strumenti a percussione melodici (metallofoni e xilofoni) e fu prodotto del materiale popolare (detti, conte, filastrocche).

Lo Schulwerk oggi è diventato il mezzo attraverso il quale il bambino si avvicina alla musica “facendola”, usando mezzi da lui conosciuti, incoraggiandolo a trovare un nuovo accesso a nuove esperienze musicali sollecitando anche la sua fantasia.

Nello stesso tempo viene sviluppata la sua formazione generale, individuale e sociale: coordinazione motoria, fantasia, senso critico, inserimento nel gruppo, confronto non competitivo.