Questo sito contribuisce alla audience di

Visita alla Cappella di Massaquano in Vico Equense

Nell'ambito degli eventi "I tuoi passi sulle orme della Storia",organizzati magistralmente da Lucio Esposito, e' prevista una interessantissima visita sotto la sua guida, a Massaquano alla Cappellla trecentesca dedicata a Santa Lucia


Dalla piazzetta del casale di Massaquano, a Vico Equense, vi è una stradina medievale, che conduce alla cappella trecentesca di Santa Lucia.
La piccola Cappella sorgeva accanto all’abitazione del sacerdote Bartolomeo de Cioffo che, in accordo con il Vescovo di Vico Ludovico da Napoli, l’aveva fatta realizzare nel 1385 per devozione alla Santa e per trovarvi dopo la morte, con i suoi discendenti, degna sepoltura.
La cappella, a cui è annessa una stretta sacrestia, si compone di un unico ambiente a pianta quadrata e volta a crociera che mostra alle pareti uno splendido ciclo di affreschi di scuola giottesca.
Sulla parete di fondo è raffigurata l’Assunzione della Vergine in cui sono facilmente riconoscibili, nonostante la presenza di qualche grossa lacuna, i due episodi della Morte e dell’Incoronazione di Maria (Dormitio e Coronatio).
È interessante notare che la Dormitio presenta nella parte bassa una storia tratta dai Vangeli apocrifi e diffusa dalla tradizione bizantina: San Michele Arcangelo usa la spada per tagliare le mani all’ebreo Jefonia che aveva tentato di rovesciare il catafalco su cui giaceva la Vergine.
In primo piano le Sante Caterina d’Alessandria (a sinistra) e Lucia (a destra), rappresentate a grandezza naturale, chiudono la scena.
Lungo le pareti laterali, invece, sono sopravvissute in stato frammentario le Storie di Santa Lucia (parete sinistra) e le Storie della vita di Cristo, con una bella Crocifissione (parete destra).
I maestri «senza nome» di Massaquano con ogni probabilità iniziarono ad affrescare le mura della cappella qualche anno dopo la sua costruzione, rinnovando il linguaggio figurativo locale sui modi di Giotto e dei suoi seguaci Maso di Banco e Roberto d’Oderisio.
Per più di un secolo le pitture sono state coperte dallo strato di calce che, nel 1877, il cappellano Gennaro Cioffi fece stendere sulle pareti con l’intento di ammodernare la struttura; sulla parete di fondo, invece, per volere dello stesso cappellano, venne inserita una cornice marmorea che ha danneggiato in maniera definitiva il volto della Vergine dormiente.
In queste pagine: http://www.gruppopiloda.it/content/cappella-di-santa-lucia-massaquano-vico-equense-na, vi è la possibilità di guardare in sequenza fotografica, i lavori di restauro, incominciati nel 1991 e completati nel 1995, e, che hanno portato alla luce consistenti porzioni di affresco e che successivamente nel 2007 sono state oggetto di ulteriori operazioni di consolidamento.
Quest’ultimo intervento ha interessato anche l’esterno della cappella e in modo particolare la lunetta che conteneva l’immagine di Santa Lucia.
Una piccola curiosità, accanto ad uno degli ingress vi è il «libro delle visite», dove è possibile leggere il commento positivo del critico d’arte Vittorio Sgarbi che qualche anno fa ha visitato la cappella.

Per ulteriori approfondimenti: F. Autiero I. Maietta, La cappella di Santa Lucia nel casale di Massaquano e i suoi affreschi, Castellammare di Stabia 1996.

Pagina di riferimento: http://www.sorrentoiswonderful.com/ita/scheda/93/cappella_di_santa_lucia_vico_equense.html


Domenica 12 dicembre 2010

I Tuoi passi sulle orme della Storia
Visita guidata con il dr Lucio Esposito alla Cappella di Santa Lucia in Massaquano - Vico Equense
Ritrovo dei partecipanti ore 10,00 presso il ristorante “da Giovanni” località Sant’Andrea
Vico Equense