Questo sito contribuisce alla audience di

La gestione dei livelli in Photoshop

In questo articolo analizzeremo i dettagli e le caratteristiche di uno strumento fondamentale che pochi software di grafica possiedono. Mi riferisco alla gestione di diversi livelli all’interno[...]

livelli
In questo articolo analizzeremo i dettagli e le caratteristiche di uno strumento fondamentale che pochi software di grafica possiedono. Mi riferisco alla gestione di diversi livelli all’interno della stessa finestra del software. I livelli in Photoshop vengono sovrapposti tra di loro per realizzare diverse composizioni quando lavoriamo ad un progetto molto complesso.

Quando inseriremo un testo sull’immagine di sfondo, ad esempio, o quando avremo la necessità di creare una sovrapposizione di stili o di immagini all’interno dello stesso riquadro, ma non vogliamo rovinare il resto del progetto, è utile creare diversi livelli per non effettuare modifiche agli altri “strati” del progetto, differenziando quindi in modo facile le parti sulle quali stiamo lavorando e permettendoci di modificarle senza intaccare le altre.

Così potremo, ad esempio, togliere la visualizzazione di alcuni livelli per mostrare solo quelli sui quali vogliamo lavorare, o crearne di diversi per facilitare il nostro lavoro e con la possibilità di unirli in seguito.

I livelli possono essere gestiti attraverso un menu dedicato completamente alle loro funzioni, creandone facilmente di nuovi o modificando le caratteristiche di quelli già esistenti. Attraverso la finestra dei livelli possiamo impostare la selezione per il livello corrente, selezionare un livello di opacità per la finestra attiva, duplicare o unire più livelli, eliminare o bloccare un livello, per fare in modo che non venga modificato accidentalmente.

Argomenti