Questo sito contribuisce alla audience di

Il Museo Egizio di Torino

La seconda raccolta più importante al mondo dopo il Cairo, l'unico museo dedicato interamente alla storia e alla cultura egizia, è uno dei vanti di Torino a livello internazionale.

Museo Egizio Torino

Il Museo Egizio di Torino è considerato unanimemente una delle raccolte più importanti al mondo, per il numero e il valore dei reperti, seconda solo a quella del Cairo.

E’ un secondo posto di tutto rispetto di cui il Museo e la città sono sempre andati molto fieri e che attira fin dalla fondazione non solo turisti e appassionati di egittologia, ma anche i più importanti studiosi di fama internazionale.

Il Museo è uno dei pochissimi musei al mondo dedicato in modo esclusivo all’arte e alla cultura dell’Egitto antico ed è costituito da un insieme di collezioni che si sono sovrapposte nel tempo.

Museo Egizio Torino

Il Museo Egizio, allora chiamato Regio Museo delle Antichità Egizie, ha formalmente inizio nel 1824: quando il piemontese Bernardino Drovetti vende i 5.268 reperti della propria collezione al re Carlo Felice di Savoia.

Successivamente il Museo si arricchì grazie a Ernesto Schiaparelli, direttore del Museo dal 1894 al 1928, che oltre a riorganizzare l’intera collezione promosse anche le operazioni di scavo nei pressi di Giza e Tebe.

Il museo documenta in modo ricco e dettagliato la storia e la civiltà dell’Egitto, dal paleolitico all’epoca copta, con pezzi unici e raccolte organiche di oggetti d’arte e d’uso quotidiano e funerario (tra cui la Mensa Isiaca, la tela dipinta di Gebelein, la tomba intatta del funzionario Kha e Merit, l’eccezionale tempio rupestre di Ellesjia, i rilievi di Zoser).

Museo Egizio Torino

Nelle sale del Museo Egizio di Torino sono attualmente in esposizione circa 6.500 oggetti. Più di 26.000 reperti sono depositati nei magazzini, in alcuni casi per necessità conservative, in altri perché rivestono un interesse unicamente scientifico (vasellame, statue frammentarie, ceste, stele, papiri) e sono oggetto di studi a livello internazionale.

Gli oltre 30.000 reperti custoditi nelle sale e nei depositi, hanno visto il susseguirsi, e a volte l’avvicendarsi, di numerosi allestimenti: basti pensare allo statuario, passato da una concezione puramente ottocentesca alla visione di Dante Gabriele Ferretti, che ha allestito la favolosa e suggestiva sala delle statue.

Il Museo Egizio è da sempre uno dei più noti e amati di Torino, amato sia da chi nella città è nato e vive sia da chi vi si trova solo di passaggio, tanto da essere oggi uno dei musei più importanti del nostro paese, pur non avendo un “carattere italiano”.

Champollion a buona ragione affermò che «La strada per Menfi e Tebe passa da Torino».

Museo Egizio Torino Il Museo fin dalla sua istituzione ha sede nel palazzo che nel XVII secolo il famoso architetto Guarino Guarini aveva costruito come scuola dei Gesuiti, noto come “Collegio dei Nobili“, dove venivano educati i giovani delle famiglie dell’alta borghesia e della nobiltà piemontese. Nel XVIII secolo l’edificio era poi diventato sede dell’Accademia delle Scienze.

Attualmente lo spazio espositivo si attesta su una superficie di circa 3.000 mq, ma è in progetto lo spostamento della Galleria Sabauda a Palazzo Reale, che consentirebbe così di liberare dello spazio e fare in modo che il Museo Egizio possa utilizzare per raddoppiare la sua superficie espositiva, raggiungendo quasi 6.000 mq.

Il 6 ottobre 2004 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali conferì in uso per trent’anni i beni del Museo ad una apposita fondazione, la Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, di cui fanno parte la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT.

Ogni anno visitano il Museo Egizio circa 500.000 persone.

Alla sua visita occorre dedicare almeno un paio d’ore, al fine di gustare le numerose opere e i pezzi più importanti, tra cui mummie, intere tombe, papiri (tra cui il famoso e leggendario “papiro di Torino”), lini dipinti, sfingi, statue, modellini, sarcofagi, maschere mortuarie, vasi canopi e steli.

——————————

INFORMAZIONI UTILI

Museo Egizio
V. Accademia delle Scienze, 6
10123 Torino
tel. 011 561 7776 - fax 011 562 3157

Informazioni su biglietteria e visite: info@museitorino.it
Informazioni sul Museo e le collezioni: info@museoegizio.it
Sito internet: www.museoegizio.it

—————————-

Il Museo Egizio di Torino

Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di Torino
Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di TorinoIl Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di TorinoIl Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di Torino Il Museo Egizio di TorinoIl Museo Egizio di Torino

Link correlati