Questo sito contribuisce alla audience di

Emilio Lavazza

Scomparso il 16 febbraio 2010, Emilio Lavazza, presidente onorario di una delle più note industrie torinese nel mondo.

Emilio Lavazza Emilio Lavazza nasce a Torino nel 1932, compie gli studi all’Istituto Sociale dei Padri Gesuiti e inizia la sua carriera nel 1955 nell’azienda familiare, fondata nel 1895 dal nonno Luigi Lavazza. Alla morte del padre Giuseppe nel 1971, Emilio è nominato Amministratore Delegato dell’Azienda.

Si è sposato con Maria Teresa Rey ed è padre di Giuseppe (Vice Presidente e Direttore Marketing Lavazza) e Francesca (Direttore Corporate Image Lavazza).

Nel 1979, scomparso anche lo zio Pericle, ne ha assunto la Presidenza fino al 2008.

Sotto la sua guida, il Gruppo inizia l’espansione internazionale in Europa e nel mondo, una grande sfida imprenditoriale alla quale Emilio ha creduto fortemente, tanto da portare oggi l’Azienda ad avere 8 consociate estere ed essere presente con il suo marchio in oltre 90 paesi, conservandone l’autentica identità italiana e mantenendo salda la leadership nel mercato nazionale.

Il valore del suo impegno imprenditoriale è stato pubblicamente riconosciuto con i titoli di Cavaliere del Lavoro della Repubblica nel 1991 e con la Laurea Honoris Causa dalla Facoltà di Economia e Commercio di Torino nel 1993. Nella sua lunga carriera ha ricoperto ruoli importanti nell’ambito delle principali associazioni industriali e di categoria.

Con grande intuizione imprenditoriale fu Emilio Lavazza a credere ed investire nella comunicazione, una strategia che ha portato l’Azienda a firmare campagne di successo che hanno scritto una pagina indelebile nella storia della pubblicità italiana.

La fine degli anni ‘50 in Italia è contrassegnata dal boom economico, dalla voglia di consumi moderni, dall’affermazione di un nuovo mezzo di comunicazione: la televisione. Carosello è il programma più seguito della tv di Stato; quale miglior banco di prova per creare nuove e importanti campagne? Emilio Lavazza crede nella pubblicità e contatta lo Studio Testa per una campagna nazionale di affissioni. Lavazza e Testa stringono così uno tra i più solidi e proficui rapporti della storia dell’advertising italiano, rimasto invariato ancora oggi.

Carmencita Nel 1958 Emilio è il promotore del lancio del prodotto Paulista, in lattina sotto vuoto spinto. Questo caffè verrà supportato dalla prima indimenticabile campagna pubblicitaria Lavazza. Le avventure di Caballero e Carmencita riportano infatti al personaggio-prodotto Paulista. L’obiettivo è creare una forte immagine di brand, autonoma rispetto al nome Lavazza. Paulista diventa un nome e un prodotto-marchio riconoscibile ed evocativo ma anche un personaggio. L’intera operazione è uno dei primi esempi di comunicazione integrata.

Presidente Onorario dal giugno 2008, durante il suo mandato Lavazza ha acquisito le dimensioni di un affermato Gruppo di rilievo mondiale, leader nel mercato del caffè.

Uomo di grande umanità e affettuosa simpatia, per tutti in Azienda era semplicemente il Signor Emilio, una persona più attenta ai rapporti umani che alle cariche e ai titoli acquisiti con merito durante la sua vita. Esempio di vivace sensibilità, consapevole che il successo di un’a zienda è strettamente legato alla relazione con i dipendenti, lascia alla famiglia e alla sua azienda una grande eredità dal punto di vista etico e umano.

Scompare a Torino il 16 febbraio 2010. Ai suoi funerali una numerosa partecipazione dimostra il radicamento della Lavazza nel territorio.

Logo Lavazza