Questo sito contribuisce alla audience di

Gesù nella storia del cinema a Torino

Al Museo del Cinema di Torino una mostra sulla figura di Gesù nel Cinema, in corrispondenza dell'Ostensione della Sindone.

Ecce Homo - la mostra al museo del CinemaA Torino e in tutto il Piemonte il periodo dell’Ostensione della Sindone (10 aprile–23 maggio) in cui sono previsti almeno due milioni di pellegrini, è accompagnato da una serie di grandi eventi e mostre.

Esposizioni, mostre, rassegne cinematografiche, musicali e teatrali di alto livello compongono il calendario delle iniziative e accompagnano l’offerta con cui Torino si presenta ai pellegrini provenienti da tutto il mondo per venerare la Sindone.

Tra gli appuntamenti più importanti, sicuramente si deve citare la mostra “Gesù. Il corpo, il volto nell’arte”, allestita fino al 1° agosto alla Reggia di Venaria Reale.

Inoltre, sempre sullo stesso tema, va anche segnalata la mostra “ECCE HOMO - L’immagine di Gesù nella storia del cinema” alla Mole Antonelliana presso il Museo Nazionale del Cinema di Torino. In occasione dell’Ostensione, infatti, il Museo Nazionale del Cinema di Torino propone, dal 26 marzo al 6 giugno, un’accurata selezione dell’iconografia cinematografica ispirata alla figura di Gesù: nell’Aula del Tempio vengono messe a confronto le differenti rappresentazioni dei principali eventi della vita di Gesù, dalla Natività alla Resurrezione. La cancellata esterna della Mole presenta invece una selezione cronologica dei film più significativi, dal cinema muto ai giorni nostri.

Già agli albori del cinema, nel 1887, i fratelli Lumière avevano filmato una ricostruzione del Mistero della Passione, ma le versioni cinematografiche più spettacolari della passione nei primi anni del cinema furono poi: “La Passion” di Nonguet e Zecca (1902-1905) e “Vie et Passion de Nôtre-Seigneur Jésus-Christ” di Maurice Maître (1913) entrambi prodotti dalla Pathé ed ambedue colorizzati a mano (grazie al processo Pathécolor) e dunque di grande suggestione per l’epoca.

Film su GesùTra la fine degli anni ‘50 e l’inizio dei ‘60 del Novecento fu la volta dei film storico kolossal hollywoodiani come “The king of kings” (”Il re dei re“) del 1961, diretto da Nicholas Ray, una delle più atipiche, per l’epoca, rappresentazioni hollywoodiane della vita di Gesù, in cui prevale il tema politico dell’occupazione romana, per arrivare poi al mitico manifesto hippy musicale “Jesus Christ Superstar” diretto da Norman Jewison nel ‘73, seguito da “Il Vangelo secondo Matteo” (1964) di Pier Paolo Pasolini, ai più recenti “L’ultima tentazione di Cristo” di Martin Scorsese (1988) e al controverso “The passion of the Christ” di Mel Gibson (2004).

——————————

La mostra ha sede presso il
Museo Nazionale del Cinema
Mole Antonelliana
Via Montebello, 20 - 10124 Torino (To)

Dal 26 marzo 2010 al 06 giugno 2010

Orario:
da martedì a venerdì e domenica (9.00 – 20.00);
sabato (9.00 – 23.00); lunedì (chiuso).
Aperture straordinarie: 25 aprile (9.00-20.00); 1 maggio (9.00-23.00), 15 maggio (9.00-24.00), 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23 maggio (9.00-23.00).

——————————

> Sito del Museo del Cinema
> Ostensione della Sindone
> La mostra “Gesù. Il corpo e il volto nell’arte” a Venaria Reale