Questo sito contribuisce alla audience di

Salone Internazionale del Libro a Torino

Da giovedì 13 a lunedì 17 maggio 2010 al Lingotto Fiere di Torino si terrà la 23^ edizione del Salone Internazionale del Libro, a ragione considerata una delle più grandi kermesse culturali italiane.[...]

Salone del Libro 2010Da giovedì 13 a lunedì 17 maggio 2010 al Lingotto Fiere di Torino si terrà la 23^ edizione del Salone Internazionale del Libro, a ragione considerata una delle più grandi kermesse culturali italiane. Il Salone del Libro, infatti, non è solo “luogo di esposizione” per case editrici (nazionali ed internazionali), ma è un polo attrattivo di eventi culturali significativi, di incontri, conferenze, dibattiti, ricco di appuntamenti di ogni genere che spaziano su ogni tema: dall’attualità alle scienze, dalla storia alla politica, dalla filosofia alla matematica, dalla letteratura alla musica, dall’arte alla tecnica.

Gli espositori presenti al Salone 2010, con proprio stand o all’interno di stand collettivi e istituzionali, sono oltre 1.400. Settantacinque i nuovi espositori che debuttano al Lingotto Fiere: 20 con proprio stand, 43 nell’Incubatore e 12 allo spazio Invasioni Mediatiche. Il Salone 2010 vede il ritorno di Mursia dopo cinque anni, di Archetipo libri, Editoriale Olimpia ed Edizioni EL. Sono presenti case editrici e istituzioni di Perù, India, Brasile, Slovacchia, Romania e Albania.

Le Istituzioni nazionali italiane sono rappresentate al Salone dal Miur - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Mibac – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Difesa, Senato della Repubblica e Camera dei Deputati.

Sono 11 le Regioni presenti con un proprio stand. Prima fra tutte l’Abruzzo, che ritorna dal 2004 con una gran voglia di ripartire dopo la tragedia del terremoto. E poi Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto.

«La memoria» è il motivo conduttore dell’edizione 2010 del Salone.
Che cosa è per noi, oggi, la memoria?
Come la pensiamo, come la utilizziamo?

La scelta della memoria come motivo conduttore del Salone 2010 nasce dalla constatazione di un paradosso: proprio nel momento in cui, grazie alle nuove tecnologie, possiamo disporre di sterminate banche dati, tanto vaste come da sfidare la nostra stessa immaginazione e capacità di gestione, ci siamo accorti che il nostro rapporto con il passato si è fatto distratto, intermittente, quasi infastidito.

Il mondo sembra appiattirsi su un presente superficiale e nevrotico, incapace di fare realmente i conti con la propria storia, persino di interessarsene. La memoria finisce per diventare una generica nostalgia, rimpianto, vagheggiamento rétro, escamotage post-modernista.

Tra gli altri temi trasversali particolarmente enfatizzati e approfonditi in questa edizione, l’India nei suoi aspetti storico-culturali ed economico-politici, il 150° dell’Unità d’Italia e il fenomeno degli e-book,

Sono questi alcuni dei temi, all’incrocio fra scienza, storia, letteratura, arti, che saranno al centro degli incontri e dei dibattiti del Salone 2010, a partire dalle lectio magistralis di Gianfranco Ravasi sulle religioni del ricordo («Fate questo in memoria di me»), di Mario Botta sul delicato rapporto dialettico che l’architettura intrattiene con il passato e di registi come Giuseppe Tornatore (Ba’aria) e il francese Claude Lanzmann, autore del monumentale docu-film sulla Shoah, ma anche della travolgente autobiografia La lepre della Patagonia, sull’uso cinematografico e letterario della memoria. Sul medesimo tema anche il dialogo tra Pupi Avati e Andrea Vitali.

Tra gli altri illustri nomi che intereverranno al Salone del Libro 2010, non si possono non citare: Luciano Canfora, Valerio Massimo Manfredi, Umberto Eco, Maurizio Ferraris, il cardinale Angelo Bagnasco, Giovanni De Luna, Alessandro Barbero, Melania Mazzucco, Eugenio Scalfari, Enzo Bianchi, Ernesto Galli della Loggia, Massimo Cacciari, Pietro Coda, Vittorio Sgarbi, Alain Elkann, Massimo Gramellini, Margherita Oggero, Walter Veltroni, Alberto Bevilacqua, Marcello Sorgi, Neri Marcoré, Reinhold Messner, Emanuele Filiberto di Savoia, Nicola Legrottaglie, Piero Angela, Renzo Arbore, Maurizio Costanzo, Erri De Luca, Alessandro Baricco e molti altri…

———————–

INFORMAZIONI PRATICHE:

SEDE del SALONE: Lingotto Fiere, via Nizza 280 – 10126 Torino

Da giovedì 13 a lunedì 17 maggio 2010

ORARI: Giovedì 13, domenica 16 e lunedì 17 maggio, dalle 10 alle 22
Venerdì 14 e sabato 15 maggio, dalle 10 alle 23

Biglietto intero 8,00 euro

Sito dell’evento: www.salonelibro.it

Salone del Libro 2010