Questo sito contribuisce alla audience di

Dipingere senza il terzo fuoco

Ho appena iniziato a dipingere su ceramica con i colori che si fissano nei forni di casa...

…e vorrei imparare a sfumare bene le tinte. Spero in qualche tuo buon consiglio…
Ecco il commento lasciato da Jessica sul mio personal space di Dada: anche lei, come tanti altri, ha voluto sperimentare la pittura su porcellana iniziando con il metodo solitamente ritenuto più semplice

I colori che si fissano nel forno domestico sono infatti facilmente reperibili in tutti i colorifici e anche nei centri del fai-da-te, sono relativamente poco costosi, sono prodotti in tante tonalità sempre miscelabili fra loro, sono idrosolubili semplificando le operazioni di pulizia ma…(c’è sempre un “ma” in agguato da qualche parte!) non sono così facili da usare come comunemente si crede!

Soprattutto non è facile riuscire ad ottenere le sfumature che Jessica vorrebbe perchè questo tipo di colore, come tutti gli acrilici, è piuttosto denso, coprente, difficile da “tirare” e asciuga molto velocemente.

Occorre quindi essere rapidi nella decorazione perchè il colore resta lavorabile per un tempo molto breve e per realizzare le sfumature volute è necessario allungarlo: anche se è diluibile in acqua è meglio usare l’apposito diluente, praticamente un colore trasparente, che non ne compromette la qualità, soprattutto in vista della cottura.

Un “trucco” che può essere utile per rallentare l’essicazione del prodotto ed ottenere pennellate più leggere è quello di mantenere sempre umido il pennello, bagnandolo nell’acqua e scolandolo su un pezzo di Scottex, prima d’intingerlo nel colore.

Superfluo aggiungere che, come per qualsiasi altra attività, i risultati migliori si ottengono solo con la costanza e la pazienza! ;-)

 

Per restare sempre aggiornati sugli ultimi interventi pubblicati nella Guida di Pittura su Porcellana, non dimenticate d’iscrivervi alla Newsletter!
 

 

Ultimi interventi

Vedi tutti