Questo sito contribuisce alla audience di

E tu, "Signor Perché"...

Un intervento del nostro amico e collega Piernicola, su PNL ed apprendimento

E tu, “Signor Perché”…

Molti anni fa c’era una pubblicità di un supermercato nella quale un bimbo continuava a fare a sua madre domande del tipo “perché la tal cosa funziona?”, “perché compri questo?”, etc..

Ed alla fine la mamma gli diceva “E tu, signor perché, perché ami venire al supermercato?”

Chiunque è stato genitore, fratello maggiore, zio, cugino, etc.. sa che i bambini hanno un periodo in cui la cosa che chiedono più spesso è “perché?”.

Hanno una curiosità innata che li spinge ad imparare, approfondire gli aspetti del mondo naturale, della tecnologia, del comportamento delle persone…. e lo fanno con uno spirito di divertimento e di piacere.

Conosco bambini che conoscono a memoria tutte le specie animali che si sono studiati attentamente sulla enciclopedia degli animali… e studenti che faticano a ricordare una formula matematica…

Come mai sembra che man mano che si vada avanti l’abilità di imparare grosse quantità di informazioni ed abilità va a scemare?

Molti attribuiscono questo al fatto che il cervello degli adulti è meno flessibile…. ma non sono affatto d’accordo.

Quello che io credo (e che viene provato da chiunque inizi a seguire determinati principi di approccio alla conoscenza) è che ciò che ha il maggiore impatto è il diverso atteggiamento che abbiamo nei confronti delle informazioni.

Da piccoli siamo affamati di conoscenza. Da adulti diventa un “lavoro” che toglie tempo dalle cose che vorremmo fare….

Come fare quindi per ritornare alle abilità che avevamo da bambini?

Beh, oltre ad applicare le tecniche esposte nei nuovi CD sull’Apprendimento o frequentare il Seminario sull’Apprendimento Creativo puoi iniziare a seguire questo suggerimento.

Regalati un pomeriggio libero.
Vai in libreria e cerca un libro su un argomento che ti appassiona tantissimo (fosse anche la biografia di Jenna Jameson… a proposito… l’ho letto domenica… molto interessante :)).
E poi immergiti in quel libro e leggilo tutto. Se ti annoia vuol dire che non hai scelto bene…. deve essere qualcosa che è in grado di calamitare la tua attenzione.
Noterai che quando qualcosa ti appassiona per te diventa naturale adottare determinate strategie di lettura e memorizzazione…

Quindi… come potresti riuscire ad applicarle in ogni occasione?

Alla prossima
Piernicola

Link correlati