Questo sito contribuisce alla audience di

NLP Italy: Intervista a Gianni Golfera

INTERVISTA A GIANNI GOLFERA in occasione dell'uscita del suo nuovo libro "PIU' MEMORIA"

> Gianni, ci parli un po’ del suo “viaggio nella memoria”.
Beh, è iniziato molti anni fa, quando ero ancora un bambino e
ricevetti in regalo, da un professore amico di famiglia, il De Umbris
Idearum di Giordano Bruno, un trattato in cui il grande filosofo del
1500 presenta le sue strategie e tecniche di memorizzazione. Quella
lettura rappresentò il primo contatto con l’idea che la memoria e le
capacità di apprendimento di cui siamo dotati naturalmente, possano
essere enormemente potenziate attraverso un metodo creato dall’uomo.

> Lei ha avuto fin da bambino la memoria formidabile che conosciamo
dalle sue dimostrazioni in pubblico e alla tv?
Al contrario, sono sempre stato un bambino dall’intelligenza
cosiddetta “normale”. Prima di approfondire e integrare i metodi dei
grandi mnemonisti della storia e di formulare un mio sistema – il
metodo GiGoTec – non mi sono mai particolarmente distinto per
capacità di memorizzazione al di fuori della media.

> Questo significa che la sua intelligenza non ha caratteristiche
particolari? Perché vede, le sue prestazioni mnemoniche sono così
straordinarie da sembrare “genetiche”.
L’unico tratto che mi caratterizzava da bambino e che mi
contraddistingue anche da adulto è quello di essere una persona molto
curiosa e motivata ad apprendere. Se la mia intelligenza possiede
requisiti di origine genetica, sicuramente questi sono la curiosità e
la motivazione. E si tratta di requisiti di cui tutte le persone sono
dotate in varia misura, e che possono essere sviluppati in chiunque.

> Quindi, a coloro che vengono da lei e le chiedono: “Come posso
potenziare la mia memoria?”, cosa risponde?
Potrei rispondere con tre semplici parole, che sono indissolubilmente
legate tra loro: motivazione, curiosità e metodo… ovviamente un
metodo che funziona!.

> Parliamo dunque del metodo GiGoTec. Che cos’è?
Il metodo GiGoTec (Gianni Golfera Tecniche) è un sistema di
memorizzazione che consente di fissare le informazioni nella
cosiddetta memoria a lungo termine, attraverso un procedimento di ri-
elaborazione mentale delle informazioni. Tutti possono apprenderlo e
utilizzarlo nei contesti più vari. In Italia, ad esempio, l’ho
insegnato ai Deputati della Camera, ai medici dell’Associazione
Internazionale di Medicina Ortomolecolare, all’Iri Management, alle
società del gruppo Enel, ai dirigenti di Poste Italiane, alle
Università di Bolzano, Ferrara e Milano e in innumerevoli altre
situazioni e contesti.

> Il suo metodo è stato analizzato scientificamente?
Un gruppo di studiosi dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di
Milano, guidati dal neurobiologo Antonio Malgaroli, nell’aprile del
2002 hanno analizzato il mio metodo costatandone l’efficacia; inoltre
nel 2004, sul numero 63 del prestigioso Brain Research Bulletin, sono
stati pubblicati i risultati dell’analisi del mio metodo, che ne
confermano la validità scientifica.

> Su cosa si basa il suo metodo?
Alessio Roberti, docente di “Metodologia di studio e lettura veloce”
all’Accademia della Guardia di Finanza, presso la Scuola Ispettori e
Sovrintendenti della Guardia di Finanza e presso il Comando Generale
della Guardia di Finanza, dopo averlo sperimentato di persona, ha
presentato efficacemente il sistema GiGoTec come “sistema di ri-
elaborazione delle informazioni che aumenta l’attività neurologica
nel momento in cui le informazioni stesse vengono acquisite”. La
conseguenza di una maggiore `neuro-attivazione’ è proprio una più
facile ed efficace memorizzazione dei dati.

(Continua)