Questo sito contribuisce alla audience di

Prendere una decisione... e portarla avanti!

Una lettrice della newsletter di Piernicola gli chiede: Come fare quando si sa in qualche modo qual è la decisione "giusta", però la si pospone? So che è meglio che io lasci il mio findazato, perché non mi dà tante cose che sono importanti per me, e soprattutto perché non abbiamo un progetto e obiettivi. Ma quando ci provo poi mi manca e torno semrpe indietro. C'è sempe una perte di me contenta e una scontenta, sia che stia con lui sia che siamo separati. Come fare? Grazie per la risposta...

Beh…ovviamente non ti conosco e quindi non conosco i dettagli del tuo comportamento. E potrei risponderti in tantissimi modi diversi.

 

Ma ciò che mi preme farti notare non è la “tecnica” o il “modo” in cui puoi prendere e portare avanti una decisione, quanto il terreno dal quale mi stai parlando.

 

In poche righe non c’è un accenno ad una emozione positiva, a ciò che vuoi davvero, a te ed alla tua vita insomma!

 

E’ un dilemma tra due opzioni negative (“o sto con lui senza un progetto o senza di lui ma mi manca”) che mi fa capire che il problema non è lui, sei tu.

 

Prima ancora di pensare a prendere una decisione ed a portarla avanti, ristabilisci un allineamento tra te, chi sei, chi vuoi essere ed iniziare ad andare in quella direzione.

 

Cosa ti appassiona? Cosa ti piace? Cosa ti fa provare emozioni positive? Cosa ti da gioia? Come immagini di essere tra 10, 30, 50 anni? Che tipo di persona vuoi a fianco? Che relazione ti piacerebbe avere? etc..

 

Il tuo focus deve essere su questi aspetti globali e non sulla singola decisione, che è solo uno strumento per avvicinarti a questa tua versione idealizzata.

 

E quando tutto ciò è chiaro prenderla e portarla avanti diventa molto più facile.

 

E, rubando le parole a Josè Silva, “may the rest of your life be the best of your life”.
Alla prossima
Piernicola De Maria