Questo sito contribuisce alla audience di

La scarpa giusta

Anche se può sembrare scontato la scarpa giusta è quella comoda. Ma la comodità molto spesso e messa da parte a favore dell'estetica della scarpa stessa, questo comporta

La nascita di problematiche che affliggono il piede costantemente.

Scarpe sbagliate procurano dolori ai piedi e di riflesso al resto dell’organismo. Per evitare questi problemi bastano alcune regole fondamentali, da rispettare sempre.

La prima regola è di comprare le scarpe verso sera, quando il piede è provato da una giornata intera, questo vi permetterà di valutare meglio la sua comodità. Provatele per almeno tre minuti, se compare fastidio in quel tempo sarà molteplice quando le userete.

La scarpa adatta all’uso adatto è importante, se starete ore in piedi per lavoro, o dovrete camminare molto per non avere danni occorre utilizzare scarpe che rispettino l’anatomia del vostro piede.

Le scarpe devono ripartire equamente il peso del corpo, 50% nel tallone e 50% nella parte anteriore. Sfasato questo dato il piede ha un sovraccarico di lavoro. Le scarpe con il tacco alto sono dannose per questo motivo, ogni cm posiziona il 10% del peso in avanti. Questo sviluppa quindi un maggior lavoro della struttura ossea ed articolare dell’avampiede, favorendo patologie dello stesso.

La scelta dei materiali è davvero importante, tanto più per chi è costretto a lavorare in piedi per molte ore al giorno, una scarpa con pelle morbida favorisce maggiormente l’adattamento del piede rispetto ad una scarpa rigida e di materiale sintetico.

Per chi ha una maggiore sudorazione si consigliano scarpe con la tomaia di cuoio, o scarpe sul mercato che permettono la traspirazione del sudore stesso.

Naturalmente per ogni chiarimento non esitate a scrivermi.