Questo sito contribuisce alla audience di

Esame Obiettivo del Piede pezzo n°2

Cerchiamo adesso di illustrare la complessa e minuziosa struttura del Piede, cercando di essere più chiari possibile.

ANATOMIA

Il piede è formato da ben 26 ossa, vale a dire che la somma delle ossa di entrambi gli arti distali, corrisponde a più di un quarto dell’intero scheletro umano.

Geometricamente è diviso in tre parti fondamentali: tarso, metatarso e falangi.

Il tarso è la parte posteriore del piede e a sua volta è divisa in tarso posteriore e tarso anteriore.

Il primo è formato dall’astragalo e dal calcagno, il secondo è formato dallo scafoide, dai tre cuneiformi e dal cuboide.

L’astragalo è sicuramente l’osso più importante del piede, perchè distribuisce il peso del corpo dalla gamba lungo tutto il piede, quindi la sua buona salute e il suo buon equilibrio, giovano all’intero apparato locomotore.

Il metatarso è costituito da cinque ossa lunghe, denominate in base alla loro posizione dalla prima alla quinta, in senso medio laterale del piede.

Le ossa metatarsali sono la parte portante di un ipotetico arco longitudinale (mediale e laterale), possono essere diastinte per tipologia con denominazioni che variano a seconda della loro lunghezza; spesso infatti il 2° osso metatarsale risulta essere più lungo del 1° (Index Minus), ma anche il 1° osso metatarsale può essere più lungo del 2° (Index Plus), come può esserci una parità di lunghezza fra il 1° ed il 2° osso metatarsale (Index Plus Minus).

Più avanti ci sono le falangi che danno vita a cinque dita, formate da 14 ossa.

La parte distale dei metatarsi si unisce alla porzione prossimale delle falangi, formando l’insieme denominato Raggio Metatarsale.