Questo sito contribuisce alla audience di

Esame Obiettivo del Piede pezzo n°4

MUSCOLI I dolori e le complicanze muscolari possono essere causa di patologie, sia nelle parti molli che nel retropiede.

Per riconoscere tali patologie è importante conoscere la struttura muscolare del piede o meglio, l’azione di quei muscoli necessari per una normale deambulazione.

I muscoli del piede vengono divisi in due categorie, estrinseci (che nascono dalla gamba e terminano nel piede) e gli intrinseci (che nascono e terminano nel piede); in totale sono 24, 14 i primi e 10 i secondi. Partendo dall’alto della gamba troviamo:

- Gastrocnemio, dato da tre muscoli, gemelli e sole, terminanti tutti in un solo tendine detto tendine d’Achille;

- Tibiale Posteriore e Anteriore;

- Peroneo Lungo e Breve;

- Estensore lungo dell’alluce e delle dita;

- Estensore breve dell’alluce e delle dita.

I muscoli intrinseci hanno il ruolo di stabilizzare il piede, nella fase di stato del passo, regolando anche le articolazioni di Chopart e Lysfranc.

Sono 10:

- Abduttore ed adduttore dell’alluce;

- Flessore breve e lungo dell’alluce;

- Flessore breve e lungo delle dita;

- Muscolo quadrato della pianta;

- Lombricali;

- Interossei dorsali e plantari.