Questo sito contribuisce alla audience di

Esame Obiettivo del Piede pezzo n°5

ESAME OBIETTIVO DEL PIEDE In Podologia la tecnica di valutazione diagnostica segue la manovra ed i tempi classici della medicina.

Questo si traduce più semplicemente nel valutare segni e sintomi di un particolare stato del Piede, al fine di poter formulare, se di competenza Podologica, un giudizio sullo stato di salute del momento, cercando di stabilire una terapia appropriata.

L’Esame Obiettivo deve essere preceduto da una attenta e più possibile accurata anamnesi del paziente. Occorre porre delle precise domande per avere risposte sullo stato di salute precedente ed attuale della persona e dei suoi piedi.

Il Podologo e la Podologia devono esercitare una valida attività preventiva sul piede e sulla calzatura, ma in queste parole ci sono i limiti delle stesse, siglati dalle patologie la cui guarigione può essere solo medica o chirurgica, mentre il Podologo potrà contribuire a diminuirle solo con ptrezioni ed ortesi.

La tecnica anamnestica consiste quindi nel chiedere al paziente il motivo della richiesta della prestazione podologica, quali sono i disturbi accusati, le alterazioni riconosciute e da quanto tempo si manifestano. Domanderemo al paziente se si è già sottoposto ad un trattamento podologico presso un nostro collega, un Pedicure o altro medico. Successivamente, verranno poste altre domande di carattere generale, impiegando la massima delicatezza, ma nello stesso tempo la massima fermezza, per la tutela dell’operatore, della clientela e del paziente stesso.

Domanderemo se ci sono stati casi di malattie infettive, o se in famiglia ci sono csi di Diabete, e se il paziente è affetto da malattie circolatorie, reumatiche o respiratorie.

Dopo aver acquisito i dati personali del paziente, i quali saranno protetti da privacy assoluta, passeremo all’E:O:P: riportando di pari passo tutte le rilevanze constatate su di una cartella clinica Podologica.

L’esame obiettivo è l’unico metodo d’indagine che ha il Podologo per poter conoscere il fastidio che affligge il paziente; è dato da diversi esami, naturalmente ognuno di questi sarà bilaterale anche se il disturbo è presente in uno solo dei piedi.

Ma per comprenderli meglio andiamo ad illustrare ogni punto, carcando di sintetizzare ma allo stesso tempo di essere chiari.