Questo sito contribuisce alla audience di

Noi, organizzatori di sogni - 2

Come si struttura il MST? Salete Carollo

Sem terraLa nostra organizzazione è fondata su questi principi di fondo:

La lotta. Crediamo che soltanto organizzati possiamo affrontare il latifondo e ottenere risultati. Oggi abbiamo 100.000 famiglie accampate in 500 accampamenti sul ciglio della strada. L’occupazione della terra continua ad essere il nostro principale strumento per fare pressione sul governo ed espropriare i latifondi.

La democrazia interna. Tutti partecipano, in un modo o nell’altro, a tutte le discussioni e decisioni. Anche i compiti devono essere distribuiti e assunti da tutti, senza discriminazione di sesso, età o istruzione. l’autonomia. Cerchiamo la nostra autonomia interna e anche quella del nostro movimento sociale. Non accettiamo nessuna forma di condizionamento, sia dal governo sia dalle istituzioni. Abbiamo chiaro che il nostro ruolo come movimento sociale è quello di organizzare i contadini poveri e lottare per la riforma agraria, senza sprecare il nostro tempo e la nostra energia in dispute senza sprecare tempo ed energie in dispute per il potere, perché questo è il ruolo dei partiti politici che la dovrebbero fare bene.

I frutti di questi 20 anni di lotta e le nostre principali conquiste sono:

300.000 famiglie insediate costruiscono un nuovo tipo di agricoltura che ha trasformato la produzione in biologica, cooperativistica, e capace di fornire prodotti per la sussistenza e il commercio locale. Attualmente abbiamo 520 cooperative di produzione e commercio e 3 cooperative di credito (banche popolari).

Nel settore dell’educazione abbiamo elaborato la pedagogia della Terra ispirata alla metodologia di Paulo Freire. Per essa abbiamo ottenuto dall’Unicef un premio per i risultati ottenuti. Attualmente abbiamo 45.000 giovani e adulti inseriti in programmi di alfabetizzazione.

Nel campo della salute lavoriamo nella prevenzione attraverso la medicina naturale e fitoterapia. Abbiamo 68 giovani del movimento che frequentano l’università di medicina a Cuba e nel 2005 avremo il primo gruppo di medici laureati che torneranno in Brasile per lavorare negli accampamenti e insediamenti.

Nel settore della comunicazione da 21 anni abbiamo un giornale del movimento e da cinque una rivista.

Rapporti con la società: siamo coscienti che la lotta per la riforma agraria non appartiene solo al movimento Sem Terra ma è la lotta di milioni di persone che capiscono la necessità di cambiare la situazione di povertà per il benessere del Brasile. Per questo noi lavoriamo in rete con tutti i movimenti sociali rurali attraverso l’organizzazione “via contadina”.

A livello internazionale partecipiamo alla via contadina internazionale che comprende 86 paesi compresa l’Italia e al Forum sociale mondiale, che è stato realizzato per tre volte a Porto Alegre e l’ultima volta a Bombay in India. E’ importante sottolineare che in questi 20 anni di lotta abbiamo ricevuto molta solidarietà nazionale e internazionale attraverso le chiese, le Ong, le istituzioni e tanto appoggio dei militanti attivisti favorevoli alla riforma agraria. Tutta questa solidarietà è stata e continua ad essere imprescindibile per la costruzione di un progetto popolare ed anche per avviare un nuovo tipo di agricoltura in Brasile.

“…..La classe dominante non teme le armi. La classe dominante trema di fronte agli uomini e alle donne che sognano. Perché sognare è contro l’ordine stabilito. Noi siamo doppiamente pericolosi: perché sogniamo e perché organizziamo il sogno…” (Pedro Tierra)

SALETE CAROLLO

Ha lavorato nella Pastorale della Gioventù e poi nella Commissione Pastorale della Terra. E’ entrata organicamente nel MST nel 1992, lavorando nella Cooperativa Centrale degli Insediati del Rio Grande do Sul fino al 1995; dal 95 al 97 ha lavorato, a livello nazionale, nella CONCRAB
(confederazione delle cooperative del MST) nell’area “Progetti”. E’ quindi tornata nel Rio Grande do Sul dove sta lavorando nel Settore dei Progetti. E’ insediata dal 1996 nell’insediamento Lagoa do Junco a Tapes/RS . É membro della Direzione della COOPAT
(Cooperativa particolarmente conosciuta per la produzione biologica della Risopiscicultura, ossia produzione di riso e pesce integrati). Quest’anno è stata avviata una nuova esperienza, quella di riso con marreca piqui. Si occupa anche di ricevere delegazioni internazionali, in particolare italiani, a nome del Programma di Turismo Solidale MSTur.

La sua testimonianza sopra riportata è avvenuta al convegno realizzato a Trevi, nel mese di agosto scorso, dalla ASSOCIAZIONE ORE UNDICI ONLUS e questo articolo è stato tratto dal suo giornale “Ore undici”, ano XVI, Numero 9 - Settembre 2004, pag. 15/17.

Ringraziando per l’autorizzazione alla pubblicazione in questo spazio, vi invito a conoscere un po’ di più di questa associazione, il cui impegno nella solidarietà è rivolto al Brasile, al quale è legata per l’amizicia con Arturo Paoli , che da oltre vent’anni vive tra l’Italia e Foz do Iguaçu, nello stato brasiliano del Paraná. Seguono diversi progetti (case lar, bambini denutriti, Madre terra), che sono illustrati QUI.

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti