Cinema: Tramas e Strade trasparenti

Per "Il cinema che non avete mai visto" - a cura di Alberto Pezzotta e Filippo Mazzarella: Il Brasile visto da Augusto Contento - Milano, Venerdì 22 maggio 2009

Strade Trasparenti

Per Il cinema che non avete mai visto a cura di Alberto Pezzotta e Filippo Mazzarella, per la sezione Italia a parte, venerdì 22 maggio alle ore 19.00 prezioso appuntamento con il Brasile visto da Augusto Contento, con la proiezione di due cinevoyages, Tramas e Strade Trasparenti, alla presenza del produttore Giancarlo Grande.

«Dal punto di vista estetico il Brasile» sostiene il regista «mi consente di realizzare la mia idea di “land film”, ossia applicare al cinema i concetti della “land art”: scrutare il territorio per spingersi a una comprensione più profonda dell’ essere umano. Questo perché sono persuaso che la terra è la materia, mater, che tramite la fecondità delle sue stratificazioni geologiche, geografiche, storiche, riassume, interiorizza e genera l’impasto del mondo con l’uomo. Il mondo forgia l’interiorità dell’uomo, l’uomo condiziona l’ apparenza del mondo, lo sostituisce con un’ unica scenografia».

Augusto Contento è nato a Lanciano (Italia) nel 1973 e vive a Parigi dal 2000. Nel 2004 è stato uno dei fondatori della produzione indipendente Cineparallax/Hobo Shibumi, con sede a Parigi. Il suo primo cinevoyage è stato Onibus, 2006, film pluripremiato, vincitore tra gli altri della Vela d’Oro del festival di Bellaria e di due Ovidio d’argento, per la migliore regia e film, nel festival internazionale di Sulmona. Dopo Onibus ha realizzato Tramas (2007) e Strade Trasparenti (2008) entrambi selezionati al festival di Locarno.

Tutti i suoi film hanno colonne sonore composte appositamente da musicisti di fama internazionale appartenenti alla nuova elettronica, al jazz e al post-rock: tra gli altri, David Grubbs, Ken Vandermark, Noël Akchoté, Daniel Givens, Margareth Kammerer.
Dei suoi film hanno scritto con entusiasmo, tra gli altri: Morando Morandini, Adriano Aprà, Enrico Ghezzi, Gianni Canova.

Strade Trasparenti

Strade Trasparenti

Strade Trasparenti è un viaggio nel Brasile, un rito d’iniziazione al viaggio, alla scoperta dell’ignoto, dell’indecifrabile e irriducibile, uno spingersi oltre le logiche dei propri confini nazionali, culturali, percettivi. Il film si plasma sul profilo del territorio, per tracciare personalità e caratteristiche dell’individuo che lo abita e lo modifica col suo cammino e le sue consuetudini. Le immagini della natura vengono usate per creare una sorta d’identikit psicologico, poetico, del passeggero, per disegnare, concretizzare, interrogare, i concetti che esprime, le vicende che ci narra.

Tramas

Tramas

Tramas è un musical thriller raccontato in forma documentaristica, girato a São Paulo del Brasile. Musical poiché le traiettorie dei personaggi vengono condotte da andamenti musicali che misurano percorsi individuali, collettivi e il trascorrere del tempo, interiore ed esteriore. Thriller perché il principio della trama si basa essenzialmente sul manipolare di un’entità oscura, ancestrale, rappresentata nel film da un’ombra femminile che ordisce macchinazioni e tesse le fila del suo progetto perverso. Tramas è una riproduzione dello spazio metropolitano in quanto trama complicata, spesso contorta, che modella, spesso piega, i destini degli uomini. São Paulo si scorge solo negli spostamenti dei suoi abitanti, perché, come sostengono i paulistani, è una città che non si vede, che non si relaziona in uno spazio pubblico, comune. È una città che si nasconde, che esiste all’interno, nel privato, non la si può ritrarre attraverso i suoi esterni, le facciate, gli stili architettonici.

Tramas di Augusto Contento (Italia 2008, 90’, digitale)

Un ritratto di São Paulo, San Paolo del Brasile. Città multietnica e multiculturale, dalla cucina all’architettura. Grande la racconta con uno sgrado caleidoscopico, che analizza e ricompone, tra documentario e cinema di poesia. Tra le guide in questa esporazione, spicca Duncan Lindsay, reduce della No Wave newyorkese.

A seguire

Strade Trasparenti
di Augusto Contento (Italia 2008, 90’, digitale)

Un viaggio in pullman nel Brasile profondo, che si riavvolge su se stesso. All’ascolto del paesaggio, alla ricerca di persone comuni e straordinarie. Vincitore, tra i tanti premi, del festival di Bellaria: come “Tramas”, ha avuto ampia circolazione all’estero, ma purtroppo non da noi.

La proiezione sarà preceduta da un incontro con il produttore Giancarlo Grande.

Venerdì 22 maggio 2009, ore 19.00
Gnomo Milano Cinema, Via Lanzone 30/A, 20123 Milano

INFO:

Cinema Gnomo: Via Lanzone, 30/A 20123 Milano – Tel. 02. 804125
Ingresso valido per tutte le proiezioni della giornata € 4,10 – ridotto € 2,60
Tessera associativa obbligatoria € 2,60

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti